Flash

Allarme sul diffondersi della malattie per via sessuale, ma mancano consigli e dati sulle cure

Non ci si stupisca che la gente s’imbottisca di psicofarmaci: gli stessi medici che dovrebbero curare le malattie dimostrano una forte inclinazione a lanciare allarmi sanitari. L’Associazione dermatologi italiani ad esempio segnala che dal 2000 ad oggi i casi di sifilide sono aumentati del 40% mentre il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie l’Hiv si sta diffondendo tra gli over 50 (la sua diffusione tra chi è più giovane resta invece invariata); l’Istituto superiore di sanità fa sapere che le malattie trasmesse per via sessuale sono passate da 3.500 a 6.500 in meno di un lustro.
Prevenire è meglio che curare ed essere messi sull’attenti aiuta, ma oltre agli allarmi non sarebbe male che le organizzazioni sanitarie (e i media che ad essi attingono) fornissero consigli per la prevenzione appunto e magari qualche dato circa il loro impegno nello svolgere la propria professione, cioè curare chi è stato colpito dalla malattia.

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Close

Adblock Rilevato

Ti preghiamo di supportarci disabilitando il tuo ad Block su questo dominio.