Flash

Il Parlamento europeo apre una verifica sulla promozione di Selmayr a segretario generale

Con voto unanime, il Parlamento europeo ha deciso di lanciare un’indagine su una presa di potere segnalata all’interno della Commissione europea. Il comitato per il controllo del bilancio del parlamento, presieduto dal deputato tedesco di centro-destra Ingeborg Graessle, verificherà come si è arrivata alla nomina del 47enne tedesco Martin Selmayr, capo dello staff del presidente della Commissione UE Jean-Claude Juncker, a massimo amministratore della Commissione, nei panni di segretario generale, il mese scorso. La decisione è stata presa prima di un acceso dibattito durante la sessione plenaria del parlamento a Strasburgo tra la Commissione europea e i membri del Parlamento europeo.

La nomina di Selmayr è stata annunciata personalmente da Juncker in una conferenza stampa a Bruxelles ma il servizio di comunicazione della Commissione Europea aveva pubblicato una foto di Selmayr intitolata “segretario generale” una settimana prima dell’annuncio di Juncker. In seguito la didascalia è stata eliminata, ma non prima che un giornalista avesse visto e segnalato l’errore.

Il collocamento di un cittadino tedesco nella principale carica civile della Commissione europea ha sollevato le tensioni dato che simili posti di lavoro amministrativo di livello elevato presso le istituzioni dell’Ue sono già occupati da tedeschi.

Il commissario per il bilancio, Guenther Oettinger, anch’egli tedesco, non ha fatto altro che irritare gli eurodeputati affermando che Selmayr aveva tutte le qualifiche per assumere i compiti del segretario generale e ripetendo più volte che Selmayr era «al 100% adatto» per il posto, che era un europeo impegnato e un buon avvocato. «Tutte le decisioni, inclusa la decisione del nuovo segretario generale, sono state approvate all’unanimità dal collegio dei commissari», ha affermato, mentre dai verbali della riunione del collegio dei commissari risulta che la promozione di Selmayr è stata affrettata.

Il Parlamento europeo voterà una risoluzione sulla questione in aprile dopo la sonda della commissione per il controllo di bilancio. Anche la difensore civica dell’Ue, Emily O’Reilly, sta esaminando la questione.

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Close

Adblock Rilevato

Ti preghiamo di supportarci disabilitando il tuo ad Block su questo dominio.