RubricheToghe e Teglie

Toghe&Teglie: risotto gamberi, lime e pepe rosa

Massimo Schirò “The Serial Griller”

Cari lettori de Il Patto Sociale, anche questa settimana (e prima che il tempo viri decisamente al caldo) dovrete accettare un suggerimento di Massimo Schirò, il Serial Griller di Toghe&Teglie: per voi una ricetta improvvisata con quello che avevo in cambusa e che, sul nostro gruppo, è piaciuta molto.

Il piatto gioca su contrasti di sapore tra il riso e i gamberi, di profumi, tra il cereale ed il pepe rosa, e si colore tra il bianco del riso, il rosa del pepe ed il verde del lime.

INGREDIENTI: riso carnaroli (80 gr a testa), pecorino romano giovane (abbondate), burro, un cucchiaio/cucchiaino di aceto di vino bianco, quattro code di gambero a persona, due lime, pepe rosa.

PREPARAZIONE:

Pulite le code di gambero (togliendo l’intestini) e mettetele a marinare nel succo di lime conservando le bucce.

Mettere a scaldare una pentola d’acqua e, a bollore raggiunto salate ma non troppo perché il pecorino, che verrà aggiunto in seguito, è saporito e farete sempre a tempo ad aggiustare.

Mettete in pentola a tostare il riso a secco (nessun soffritto!) e fatelo scaldare fino a quando non riuscirete a toccarlo con le dita e sentirete il profumo del cereale; a quel punto aggiungere 2/3 mestoli di acqua e abbassate il fuoco in modo che sia moderato.

Portate il riso a cottura aggiungendo l’acqua un po’ alla volta e mescolando il meno possibile e con un cucchiaio di legno (per non rompere i chicchi). Il riso sarà pronto dopo 16/18 minuti (a seconda dei vostri gusti).

E ora andiamo con la mantecatura!

Quando il riso sarà pronto, toglietelo da fuoco e contate fino a 20, per far scendere la temperatura, e aggiungete l’aceto (da un cucchiaio ad un cucchiaio, a seconda delle portate): l’aceto serve a dare una nota acida facendo da contrasto alla nota basica dell’amido di riso.

Poi aggiungete qualche noce di burro freddissimo ed il pecorino, e mescolate con dolcezza.

Questo è il momento di assaggiare e, se occorre, regolare di sale.

Se risultasse troppo denso aggiungete un cucchiaio d’acqua salata (che avrete mantenuto sul fuoco) e lasciate un minuto a riposare: il risotto deve essere “all’onda”.

IMPIATTAMENTO:

Impiattate a velo in un piatto piano a falda larga.

Create una piccola torre in centro con le code di gamberi appena spolverata con zeste di lime e, sul contorno del piatto create una cornice di pepe rosa: il tutto come mostrato dalla foto.

Lo so… l’ultima parte sembra complicata ma, fidatevi, non lo è

Buon divertimento ai fornelli!

Tags
Mostra altro

La redazione

Essere sempre sul pezzo è una necessità fondamentale per chi fa informazione sul web nel terzo millennio. Noi del Patto Sociale abbiamo tentato di fare di questa necessità una virtù, lanciando un progetto ambizioso per una realtà in continua crescita come la nostra.

Articoli Correlati

Close

Adblock Rilevato

Ti preghiamo di supportarci disabilitando il tuo ad Block su questo dominio.