Flash

Italia da record per mari puliti ma anche per mari sporchi

Nel 2017 l’89,9% dei bacini balneabili italiani, sulla costa e all’interno, avevano acque di qualità eccellente. Più della media Ue (85%) e di paesi come Spagna (85,5%), Francia (77,7%) e Svezia (58,7%), ma meno di Germania (91,4%) o Grecia (95,9%). E’ quanto emerge dall’Indice di qualità delle acque di balneazione 2017, pubblicato dalla Commissione europea e dall’Agenzia europea per l’ambiente. Nel nostro Paese, diminuisce il numero di acque di balneazione di bassa qualità, da 100 siti nel 2016 a 79 nel 2017. Ma dei 76 siti Ue con qualità delle acque definita povera per 5 anni consecutivi (con conseguente divieto di balneazione) 44 sono in Italia, 24 in Francia, 4 in Spagna e uno in Bulgaria, Danimarca, Irlanda e Paesi Bassi, rispettivamente.

Tags
Mostra altro

La redazione

Essere sempre sul pezzo è una necessità fondamentale per chi fa informazione sul web nel terzo millennio. Noi del Patto Sociale abbiamo tentato di fare di questa necessità una virtù, lanciando un progetto ambizioso per una realtà in continua crescita come la nostra.

Articoli Correlati

Close

Adblock Rilevato

Ti preghiamo di supportarci disabilitando il tuo ad Block su questo dominio.