AttualitàIn Evidenza

La conservazione della flora e della fauna sono indispensabili per l’ecosistema

Cristiana Muscardini scrive al Ministro dell'Ambiente Sergio Costa

Dott. Sergio Costa

Ministro dell’Ambiente e della tutela

del territorio e del mare

Via Cristoforo Colombo, 44

00147 – Roma

Milano, 12 luglio 2018

Egregio Ministro,

voglio anch’io esprimerle il più sentito apprezzamento per il suo intervento a favore del rispetto della legge a tutela degli orsi e dei lupi e perciò dell’ambiente e dell’ecosistema che, come sanno tutti coloro che un minimo studiano i processi della natura, è strettamente dipendente dalle azioni umane. La conservazione della flora e della fauna, come dell’acqua e dell’aria, sono indispensabili per la vita della terra e gli animali selvatici garantiscono, anche attraverso la catena alimentare, un equilibrio del territorio e la conservazione delle diverse specie.

In Alto Adige si sta perpetrando, a quanto mi risulta, un vero abbattimento di marmotte, mentre nel sud la caccia ai falchi ed i combattimenti tra cani, come le corse irregolari di cavalli, continuano arricchendo la criminalità e causando dolori, sofferenze agli animali e problemi anche alla vita civile. La regione Emilia Romagna ha decretato l’abbattimento di gazze e cornacchie mentre ci risulta che  il numero delle gazze sia anche troppo diminuito! I problemi sono molti, come certamente sa, ma voglio credere che finalmente, con il suo Ministero, lei possa dare una svolta positiva per alcuni dei temi più urgenti e scottanti. Dopo essere per cinque legislature vicepresidente dell’Intergruppo per la protezione degli animali, al Parlamento Europeo, devo purtroppo registrare come per ogni passo avanti fatto un altro è stato fatto all’indietro: basta pensare a quanto avviene nei macelli nei quali si pratica la macellazione rituale.

L’Italia, l’Europa molto si sono spese per togliere sofferenze inutili al trasporto degli animali, anche da macello, e da molti anni si provvede allo stordimento delle bestie che devono essere macellate ma nella macellazione rituale gli animali non devono, non possono, essere prima storditi ma sono uccisi per dissanguamento appesi a testa in giù! Ritengo che questo sia un problema da affrontare con decisione: chi vuole consumare carne di animali dissanguati la può importare dai paesi d’origine ma sul territorio italiano questa è una pratica inaccettabile che deve essere vietata. Il problema non è di facile soluzione ma non per questo può essere ulteriormente ignorato.

Sarò lieta di conoscere il suo pensiero, un cordiale saluto ed augurio di proficuo lavoro

Cristiana Muscardini

Tags
Mostra altro

La redazione

Essere sempre sul pezzo è una necessità fondamentale per chi fa informazione sul web nel terzo millennio. Noi del Patto Sociale abbiamo tentato di fare di questa necessità una virtù, lanciando un progetto ambizioso per una realtà in continua crescita come la nostra.

Articoli Correlati

Close

Adblock Rilevato

Ti preghiamo di supportarci disabilitando il tuo ad Block su questo dominio.