AttualitàIn Evidenza

Documenti e proposte per la convivenza tra cani ed umani

ATAACI (Associazione Tutela Allevamento e Addestramento Cinofilo Italiano) e Milano Sicura hanno organizzato, sabato 17 novembre, a Milano il  convegno: Addestrare il cane fa bene al cane e alla società.

La partecipazione di veterinari, addestratori qualificati e responsabili di organizzazioni, per il recupero di animali difficili o abbandonati, ha permesso di  esaminare insieme, oltre a varie problematiche, le proposte per il nuovo regolamento comunale e regionale.

Ancora una volta tema centrale il collare a scorrimento che alcune associazioni vorrebbero messo completamente al bando in favore dell’esclusivo utilizzo della pettorina. Al convegno hanno preso la parola anche i consiglieri regionali Gianluca Comazzi, Franco Lucente e l’on. Cristiana Muscardini, per 24 anni vicepresidente dell’Intergruppo per la protezione degli animali al Parlamento europeo.

L’on.  Muscardini ha ricordato il convegno Ascolto, tenutosi a Milano del 2013, e quello di Strasburgo del 2014 I no di oggi sono i sì di domani.

Giovanni Giacobbe, consulente in Sicilia dell’ARS per la lotta al randagismo e per l’attuazione del sano rapporto uomo\cane e il dottor Scandone, tra gli altri, hanno scientificamente provato, anche con esami diagnostici, come il collare a scorrimento non provochi alcun danno al cane e rimanga il più sicuro mezzo di comunicazione tra l’uomo e l’animale per una conduzione serena nel contesto sociale, specie cittadino.

L’educazione dell’animale e dell’uomo che lo conduce sono essenziali per una vita sociale che non rechi problemi, anche gravi, un animale ben addestrato all’obbedienza ed al rispetto, è a sua volta rispettato, e perciò in grado di confrontarsi, in qualunque situazione, sia in presenza di più persone che di altri animali.

Abolita finalmente,dalla magistratura, la lista di proscrizione di alcune razze canine, erroneamente definite più pericolose di altre, oggi sappiamo che qualunque animale, anche di piccola taglia, può rivelarsi aggressivo se non aiutato nella sua educazione e crescita e per questo istruttori che utilizzano i metodi tradizionali, non coercitivi, sono quanto mai necessari.

I consiglieri regionali Gianluca Comazzi e Franco Lucente hanno espresso la loro disponibilità a valutare e migliorare le nuove proposte di regolamento creando un costante confronto di idee con ATAACI e Milano Sicura, l’on. Muscardini ha sottolineato la necessità di una maggiore educazione della politica e delle istituzioni ed un severo controllo su tutti coloro che, per contenere un animale troppo vivace o ritenuto aggressivo, usano pericolosi psicofarmaci.

Durante il convegno sono state proiettate le slide di alcuni cani morsicatori che, attraverso la rieducazione, sono tornati a vivere una vita normale e reinseriti in famiglia. E’ stato dato un particolare riconoscimento all’istruttore Massimo Giunta che, il più delle volte con un lavoro gratuito, ha riportato alla vita normale animali altrimenti destinati alla soppressione o alla vita reclusa.

Ai promotori di ATAACI, Massimo Giunta e Giuseppe d’Urbino, ai soci, ai volontari, di fatto e non a parole, l’apprezzamento dei numerosissimi partecipanti al dibattito.

 

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Close

Adblock Rilevato

Ti preghiamo di supportarci disabilitando il tuo ad Block su questo dominio.