Costume e Società

Imparare a rapportarsi con la vita in compagnia degli animali

Di nuovo un importante allarme dal presidente dell’Associazione nazionale veterinari  per i troppi cani randagi nel sud Italia e la mancanza di adeguati fondi nazionali e regionali. Le associazioni animaliste suffragate dalle denunce di privati cittadini testimoniano come in troppi canili vi siano condizioni lager e rimane incontrastata la triste realtà del traffico illegale di cani sia per i combattimenti che per la vivisezione. I microchip sono troppo pochi e le sterilizzazioni insufficienti, specie al sud dove anche gli animali di proprietà sono lasciati liberi con le conseguenti conseguenze di parti indesiderati e l’abbandono dei cuccioli per strada. Sia la Lav che l’Empa concordano sulla presenza di interessi e collusioni dietro la gestione di molti canili nei quali si impedisce anche la collaborazione dei volontari e la visita di aspiranti adottanti proprio perché non si vedano le conduzioni infernali nelle quali sono tenuti gli animali nonostante i contributi dei Comuni. Le Asl non effettuano i controlli altrimenti non si capisce perché a fronte di canili funzionanti al nord ve ne siano così tanti spaventosi al sud e dietro l’illegalità è spesso la malavita locale a guadagnarci. Tra le iniziative che il governo dovrebbe promuovere vi è proprio quella della sterilizzazione, del controllo a tappeto, dell’educazione delle persone che troppo spesso dopo aver acquistato un animale se ne stancano e lo abbandonano. Si dovrebbe promuovere l’adozione anche proponendo aiuti per il cibo ed il veterinario per le famiglie meno abbienti e sopratutto per coloro che adottano un animale anziano. Oggi sappiamo con certezza come la presenza di un animale contribuisca a combattere sia la solitudine come alcune patologie, aiutare le famiglie ad adottare sarebbe certamente un risparmio anche di denaro pubblico. Sarebbe educativo fin dalle scuole elementari  aiutare i bambini a comprendere che occuparsi di un altro essere più debole aiuta a rapportarsi con la vita ed i compiti che la vita imporrà da adulti. In una società ormai pericolosamente priva di empatia la presenza di un animale può tornare a farci capire meglio i nostri simili.

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Close

Adblock Rilevato

Ti preghiamo di supportarci disabilitando il tuo ad Block su questo dominio.