Costume e Società

La straordinaria bellezza dei volti di Antonella da Messina in mostra a Milano

A Palazzo Reale 19 opere del più grande ritrattista del Quattrocento

Si preannuncia come l’evento culturale del 2019, non solo per Milano. La mostra dedicata ad Antonello da Messina a Palazzo Reale di Milano (21 febbraio – 2 giugno) è l’occasione per avvicinarsi ad un artista straordinario, considerato il più grande ritrattista del Quattrocento, autore di una traccia indelebile nella storia della pittura italiana. Frutto della collaborazione fra la Regione Siciliana e il Comune di Milano-Cultura con la produzione di Palazzo Reale e MondoMostre Skira, curata da Giovanni Carlo Federico Villa, la mostra presenta al pubblico 19 opere del grande maestro delle 35 giunte fino a noi, perché di Antonello restano purtroppo poche straordinarie testimonianze scampate a tragici avvenimenti naturali come alluvioni, terremoti, maremoti e all’incuria e ignoranza degli uomini, senza contare quelle che hanno subito restauri che ne hanno stravolto l’essenza. Provenienti da musei italiani ed esteri a Milano saranno visibili l’Annunciata, autentica icona, sintesi dell’arte di Antonello, Sant’Agostino (1472-1473), San Girolamo (1472-1473) e San Gregorio Magno (1470-1475) forse appartenenti al Polittico dei Dottori della Chiesa, tutti provenienti da Palazzo Abatellis di Palermo, ma anche il celeberrimo Ritratto d’uomo. Dalla National Gallery di Londra arriva invece il San Girolamo nello studio, dagli Uffizi l’importantissimo trittico con la Madonna con Bambino, il San Giovanni Battista – acquistati nel 1996 dal Ministero dei Beni Culturali – e il San Benedetto, dal Collegio degli Alberoni di Piacenza il celebre Ecce Homo (Cristo alla colonna). Chiude la parte relativa al grande Maestro, la dolcissima Madonna con il Bambino (1480) dall’Accademia Carrara di Bergamo, opera del figlio Jacobello di Antonello, eseguita l’anno seguente la morte del padre. A condurre il visitatore alla scoperta di Antonello lo storico dell’arte Giovan Battista Cavalcaselle con i sui disegni e taccuini che raccontano di un artista straordinario a metà strada tra il mito e la realtà che donò ai suoi volti, così mediterranei, un’aurea di straordinaria e struggente bellezza.

Tags
Mostra altro

Raffaella Bisceglia

Pugliese trapiantata a Milano da 13 anni, è laureata in Lingue e Letterature Straniere. Giornalista professionista dal 2001 attualmente svolge l’attività di addetta stampa e collabora con Famiglia Cristiana e Cronaca Qui. In passato ha lavorato, tra gli altri, per le emittenti televisive Telenova e Telepiù, per il quotidiano Il Meridiano e scritto di calcio e televisione per i siti Calciomercato.com e Datasport e il settimanale Controcampo.

Articoli Correlati

Close

Adblock Rilevato

Ti preghiamo di supportarci disabilitando il tuo ad Block su questo dominio.