Politica

Maullu: In Europa con orgoglio, tenacia e determinazione

Sardo di origine, milanese di adozione – sotto la Madonnina è nato nel 1962 – Stefano Maullu l’Europa la conosce già, essendo stato eletto per la prima volta al Parlamento europeo nel 2014. Per il secondo mandato, si ricandida con Fratelli d’Italia – presentandosi di nuovo agli elettori della circoscrizione Nord-Ovest (Lombardia, Piemonte, Liguria e Val d’Aosta) per il voto del 26 maggio – promette «orgoglio, tenacia e determinazione».

Nella vita orgoglio, tenacia e determinazione hanno permesso a Maullu di percorrere la via dell’ascesa sociale, dalla condizione di operaio a quella di rappresentante dei cittadini prima del Comune di Milano, poi della Regione Lombardia e infine dell’Italia (in particolare del Nord-Ovest) al Parlamento europeo. In Europa, afferma, orgoglio, tenacia e determinazione sono il metodo da seguire anzitutto per costruire un’Europa delle nazioni, che sia una confederazione di Stati liberi e sovrani, nella quale l’Italia non sia il burattino di un superstato sovranazionale che poi si riduce di fatto a un’egemonia franco-tedesca che ha imposto una ricetta economica – l’austerità – dalla quale solo la Germania ha ricavato benefici, mentre tutto il resto d’Europa e l’Italia di conseguenza ha patito solo perdita di lavoro e sviluppo (è la tesi con cui tutto il suo partito si propone agli elettori per le elezioni del 26 maggio). Orgoglio, tenacia e determinazione sono ancora gli strumenti con i quali Maullu si prefigge di invertire la rotta dell’Italia in Europa, alleggerendo il peso di fisco e burocrazia, sostenendo l’economia reale e le imprese (anche attraverso un prelievo fiscale tanto più leggero quanto più numerose sono le assunzioni di lavoratori), tutelando anche tramite dazi il made in Italy (e contrastando tutti i ‘tarocchi’), introducendo misure a livello europeo che compensino gli Stati che più hanno patito dall’introduzione dell’euro. Casa e famiglia sono ovviamente al centro dell’attenzione di Maullu e delle proposte che il suo partito si propone di portare nelle sedi europee, e sono il perno su cui si vogliono imperniare misure a garanzia del benessere delle persone, dal welfare state alla protezione di ambiente e confini, dando priorità agli italiani.

Ispirato dalla frase del grande Italiano Enrico Mattei, secondo il quale «l’ingegno è vedere possibilità dove gli altri non ne vedono», Maullu ricapitola così, nel suo programma, chi è e cosa si propone di fare per gli elettori: «Nel novembre 2018, chiude la lunga esperienza fra le fila di Forza Italia, partito nel quale non si riconosce più, e approda in Fratelli d’Italia, movimento che rispecchia i valori e gli ideali in cui ha sempre creduto e che rappresenta l’immagine di un centrodestra vicino ai sentimenti e ai bisogni degli italiani: difesa del nostro Paese in sede europea, attenzione al mondo imprenditoriale e produttivo, ai problemi dei giovani e dei pensionati, opposizione all’immigrazione selvaggia, lotta alle nuove povertà, esigenza di sicurezza e desiderio di costruire una nuova società più giusta ed equilibrata».

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Close

Adblock Rilevato

Ti preghiamo di supportarci disabilitando il tuo ad Block su questo dominio.