Costume e Società

Le virtù salutistiche del gatto

Da qualche tempo si sono aperti, prima in Francia e poi in Italia, dei locali nei quali gli avventori, oltre a consumare bevande, leggere libri o utilizzare i propri apparecchi informatici possono passare il tempo in compagnia dei gatti del locale. I cat coffee nascono anche sulla scia di quello che già da tempo hanno dimostrato i ricercatori dell’università del Minnesota: esaminando i dati di un follow up a 20 anni di uno studio epidemiologico effettuato negli Usa, questi ricercatori hanno osservato che convivere o aver convissuto con un gatto riduce di circa il 40% il rischio di infarto mortale e di circa il 25% quello di ictus. Il progetto Nanhes II è stato anche studiato dal ricercatore biostatico Michele Michelatti, come riporta un articolo di Paola D’Amico. I ricercatori sostengono che si potrebbe pensare alla convivenza con un gatto come uno dei metodi di prevenzione ai problemi cardiovascolari, specialmente per i soggetti più a rischio. Ancora non sono chiari i motivi per i quali la convivenza con un gatto porta a un miglioramento del sistema cardiovascolare, certamente le fusa e le vibrazioni che ne derivano possono aiutare la mineralizzazione ossea; certo è, ancora, che il gatto è un animale rilassante e non è impegnativo nella gestione, anche se dobbiamo sempre ricordare che anche lui ha bisogno di tempo e di affetto. Già ai tempi degli Egizi questi animali erano apprezzati non solo per l’abilità nella caccia ai topi che mettevano in pericolo le riserve di granaglie, infatti troviamo la loro effigie in molti reperti archeologici.

Assolutamente da sfatare è la tesi che il gatto si affeziona solo alla casa e non al suo amico umano, infatti questi animali, pur avendo un sistema sociale diverso dal cane, hanno modi affettuosi e consolidati di relazionarsi sia con gli umani che con gli altri animali. Il gatto manifesta affetto passeggiando con noi in giardino, rispondendo al suo nome quando lo si chiama, venendo a salutarci quando torniamo a casa, cercando e dando manifestazioni affettuose che non hanno nulla a che vedere col cibo e tentando di dormire sulle gambe o sulla testa delle persone alle quali è affezionato. Due o tre gatti che vivono in casa sviluppano tra di loro dei rapporti di amicizia e, a volte, in giardino, anche di collaborazione, quando si tratta di trasportare una preda troppo grossa per uno solo per esempio.

Intorno al gatto si sono fatti convegni e tavole rotonde, perché comunque rimane un felino che, pur piccolo, ha in sé tanti misteri. Ed ogni gatto, come ogni cane, dimostra peculiarità personali al di là della razza. Purtroppo contro questi piccoli animali militano ancora tante leggende che vanno sfatate, tipo quella del gatto nero, e si verificano tante crudeltà da contrastare, compresa quella, in alcuni luoghi, di utilizzarli come cibo.

Il gatto è il gatto: un amico dallo spirito libero che ci può aiutare a colmare non solo la solitudine ma anche qualche problema di salute. Certo è che per dare affetto ha bisogno di riceverlo.

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Close

Adblock Rilevato

Ti preghiamo di supportarci disabilitando il tuo ad Block su questo dominio.