In EvidenzaPolitica

Conte se ne va, le rovine di Amatrice sono ancora lì

A tre anni dal sisma che ha devastato il centro Italia distruggendo interi paesi e causando decine e decine di vittime la situazione resta di drammatica emergenza con ancora più di centomila tonnellate di macerie da togliere e con migliaia di persone che da tre anni sono senza casa e che, in molti casi, sono rimaste senza lavoro avendo perso le loro attività. Né l’arrogante governo di Renzi né il governo di Lega e 5 stelle, che si spacciava per il governo del cambiamento, sono stati in grado di dare una accelerata, una svolta positiva. E anche nelle trattative per un nuovo governo, tra i tanti punti che ogni forza politica propone, manca qualsiasi impegno, concreto e dettagliato nei tempi, per affrontare quella che è una nuova vergogna nazionale ed una costante tragedia per i singoli che hanno vissuto quei terribili momenti e che continuano, ogni giorno, a riviverli. Si fanno chiamare forze politiche in verità sono debolezze politiche perché chi è incapace di affrontare i più urgenti problemi del Paese, limitandosi a qualche apparizione sui luoghi delle varie sciagure ed emergenze, non è né in grado né degno di governare.

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Back to top button
Close

Adblock Rilevato

Ti preghiamo di supportarci disabilitando il tuo ad Block su questo dominio.