Flash

Belgio base delle spie cinesi in Europa

In Italia la Cina può contare su Beppe Grillo, che si reca nell’ambasciata di Pechino prima e dopo incontrare il ministro degli Esteri, quello che in visita nel Paese del Dragone chiamò Mr Ping il presidente Xi Jinping, Luigi Maio. In Europa la Cina non può fare altrettanto affidamento su locali e si affida quindi alle sue spie, che secondo quanto risulta al giornale tedesco Die Welt sono concentrate sopratutto in Belgio.

La presenza di Nato e Ue e il relativo corollario di diplomatici, politici e militari che si scambiano confidenze e informazioni, spiega Bloomberg, non c’entra. A favorire la presenza degli 007 dagli occhi a mandorla è il quadro istituzionale debole e frammentato del Belgio, che fa sì che la vigilanza sia inferiore rispetto ad altre nazioni.

Il bersaglio principale sono gli Usa ma hanno registrato una forte attività di spionaggio cinese anche Polonia, Francia, Germania e Regno Unito. «I cinesi stanno diventando molto più attivi che negli scorsi 10 o 20 anni – ha spiegato a Bloomberg Charles Parton, un ex diplomatico britannico con oltre vent’anni di esperienza in Cina.

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Back to top button
Close

Adblock Rilevato

Ti preghiamo di supportarci disabilitando il tuo ad Block su questo dominio.