AttualitàIn Evidenza

Problemi ancora senza risposta

Mentre ogni giorno diventa sempre più preoccupante la situazione climatica e l’erosione costante di suolo, con le ormai note conseguenze per l’ecosistema, e molti scienziati temono si sia raggiunto il punto di non ritorno, rimangono ancora senza risposta proprio alcuni dei principali problemi che devono essere risolti. Chi produrrà sufficiente energia elettrica per le macchine visto che solo alcune ibride ricaricano le batterie durante i percorsi che fanno con carburante tradizionale? Si pensa ad un ritorno al nucleare? Certamente, nonostante il loro potenziamento, le  fonti energetiche alternative non saranno sufficienti anche perché non si è ancora trovato il modo di accumulare l’energia prodotta dal vento o dal sole mentre le nostre riserve d’acqua per produrre elettricità sono ormai agli sgoccioli. Inoltre non è stato ancora chiarito come saranno smaltite le batterie non più utilizzabili, problema non da poco in una società che non è stata ancora in grado di smaltire, senza conseguenze, le scorie nucleari. Sul problema inquinamento resta inoltre aperto il quesito di dove cadono, sono caduti, cadranno i vari satelliti in giro per lo spazio e che via via si disintegrano, che i loro pezzi possano girare per l’eternità nell’etere è decisamente dubbio nonché pericoloso visto che ormai si parla anche di viaggi  privati nello spazio. Gli oceani sono pieni di veleni che stanno facendo ammalare pesci di ogni grandezza mentre le barriere coralline di stanno sfaldando, speriamo che ad alcuni geni non venga in mente proprio di utilizzare le profondità oceaniche come nuove gigantesche discariche.

Mostra altro

Articoli Correlati

Vedi anche
Close
Back to top button