AttualitàIn Evidenza

Se avremo ancora chiusure ringrazieremo l’incoscienza di chi ha barattato la movida con la salute

I contagi continuano con numeri sempre più alti, continuano a morire centinaia di persone ogni giorno, le terapie intensive sono piene e al collasso, il personale sanitario è allo stremo e molte categorie del mondo del lavoro sono ridotte alla disperazione ma la colpa non è soltanto del covid ma anche di tutti coloro che con incoscienza ed impudenza, con strafottenza e menefreghismo si sono accalcati negli ultimi fine settimana sui navigli a Milano, sul lungomare di Napoli, nelle diverse vie della movida in tutte le città italiane. Colpa di tutti costoro se gli altri, quelli che hanno, con sacrificio, rispettato le regole dovranno sopportare nuovi giorni di chiusura. Come sempre qualche decina di migliaia di incoscienti prevale, anche in assenza di sufficienti controlli e direttive da parte di molti sindaci. Quando il Presidente della Repubblica o del Consiglio ringraziano gli italiani per i sacrifici fatti e per quelli che faranno si ricordino anche di indicare come comportamenti scorretti ed irresponsabili abbiano portato a nuovi contagi, disagi e ulteriori sacrifici per coloro che negli ospedali lavorano anche 14 ore per salvare vite, vite messe a rischio da colpevoli imprudenze.

Mostra altro

Articoli Correlati

Back to top button