Costume e Società

Anche nei momenti più difficili occupiamoci di loro

Il corona virus ha portato, in Italia, a più di duecentomila contagiati e a più di trentamila morti. Una tragedia per decine di migliaia di famiglie che al dolore per la perdita dei loro cari e le sofferenze dovute alla malattia, o comunque all’isolamento, stanno anche vivendo la più grave crisi economica che l’Italia abbia avuto. A tutto questo si aggiungono le notizie spesso confuse e contraddittorie ed i ritardi per gli interventi promessi, dalla cassa integrazione ai prestiti.

I ricoveri in ospedale ed i decessi hanno avuto anche un risvolto per il mondo animale, molti cani e gatti sono rimasti senza i loro padroni ricoverati in ospedale o, purtroppo, morti. Di tutti questi animali, quando non ci sono  stati parenti ed amici disponibili, si sono in molte occasioni occupate le associazioni di volontariato. Ora dai medici veterinari arriva un richiamo al problema perché molti cani e gatti potrebbero essere trasferiti, da chi non può più tenerli, nei canili e nei gattini o addirittura essere abbandonati. Per questo la Regione Lombardia ha creato delle linee guida che servano, qualora ce ne fosse necessità, a creare nuovi spazi per ospitare animali che, provvisoriamente, non possano più vivere a casa loro e per permettere l’adozione di coloro che sono rimasti privi del loro amico umano. Si useranno anche risorse accantonate per affrontare le esigenze dei comuni e delle ATS anche con un rifinanziamento del piano regionale.

E nel frattempo è arrivata una buona notizia, il famoso gatto di Hong Kong è tornato a casa in ottima salute, nessun problema di corona virus perciò ricordiamo a tutti che i nostri animali da compagnia non portano nessun pericolo per il virus e sono stati, sono e saranno sempre un grande aiuto affettivo e di compagnia anche nei momenti più difficili perciò occupiamo ci anche di loro.

Tags
Mostra altro

Articoli Correlati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker