Europa

La Commissione avvia una consultazione pubblica sul riconoscimento della genitorialità tra gli Stati membri

La Commissione europea ha avviato una consultazione pubblica sulla sua iniziativa relativa al riconoscimento della genitorialità tra gli Stati membri. Con questa iniziativa la Commissione mira a garantire che la genitorialità, quale stabilita in uno Stato membro, sia riconosciuta in tutta l’UE. L’obiettivo è garantire che i minori mantengano i loro diritti nelle situazioni transfrontaliere.

Nel suo discorso sullo stato dell’Unione dello scorso anno, la Presidente della Commissione Ursula von der Leyen ha affrontato la questione del riconoscimento reciproco della genitorialità nell’UE affermando: “Chi è genitore in un paese, è genitore in tutti i paesi.” L’iniziativa è anche una raccomandazione concreta della strategia globale dell’UE sui diritti dei minori.

La consultazione pubblica raccoglierà dati sugli attuali problemi di riconoscimento transfrontaliero della genitorialità nell’UE e le opinioni delle parti interessate sull’iniziativa. I risultati della consultazione, alla quale tutti gli interessati potranno partecipare fino al 19 agosto 2021, confluiranno in un’iniziativa sul riconoscimento della genitorialità tra gli Stati membri prevista per il 2022.

Fonte: Commissione europea

Mostra altro

La redazione

Essere sempre sul pezzo è una necessità fondamentale per chi fa informazione sul web nel terzo millennio. Noi del Patto Sociale abbiamo tentato di fare di questa necessità una virtù, lanciando un progetto ambizioso per una realtà in continua crescita come la nostra.

Articoli Correlati

Back to top button