Europa

La Commissione stabilisce che i certificati Covid del Marocco sono equivalenti a quelli dell’UE

Si consolida sempre più il legame tra l’UE e il Marocco. La Direzione generale per il vicinato e i negoziati di allargamento della Commissione europea ha annunciato, nei giorni scorsi, che la Commissione riconoscerà i certificati COVID-19 rilasciati dalle autorità sanitarie del Marocco. La decisione di Bruxelles di inserire il Marocco tra i Paesi dell’Unione già appartenenti al sistema dei green pass fa sì che per la prima volta gli schemi di vaccinazione contro il coronavirus e i documenti sui risultati dei test ottenuti da un paese africano siano accettati dall’UE. Il Marocco è ora considerato parte del quadro giuridico dell’UE che stabilisce la legittimità dei documenti stranieri che intendono fornire informazioni sullo stato del COVID-19 dei viaggiatori. Sulla scia della decisione di Bruxelles, Rabat ha dichiarato che riconoscerà i documenti certificati dell’UE su base reciproca. Ciò consentirà ai viaggiatori europei di entrare in Marocco con i propri certificati digitali.

L’UE oltre al Marocco ha deciso di includere anche Albania, Andorra, Isole Faroe, Israele, Monaco e Panama nell’elenco di coloro che possono entrare nell’Unione Europea.

Mostra altro

Articoli Correlati

Back to top button