Europa

Politica agricola comune 2023-2027: approvati i piani strategici di Cipro e Italia per 26,9 miliardi di euro

La Commissione ha approvato oggi i piani strategici della politica agricola comune di Cipro e Italia, rispettivamente del valore di 373 milioni di euro e di 26,61 miliardi di euro. Del bilancio totale dell’UE di questi due paesi, 7,4 miliardi di euro saranno destinati a obiettivi ambientali e climatici e ai regimi ecologici e quasi 680 milioni di euro ai giovani agricoltori.

L’Italia è uno dei maggiori produttori agricoli e trasformatori alimentari dell’UE, con un settore agricolo molto diversificato. Il piano dell’Italia introdurrà un importo massimo per ettaro in relazione al sostegno di base al reddito per gli agricoltori. Le piccole e medie imprese riceveranno un pagamento ridistributivo per ottenere un sostegno finanziario più equo. Circa 800 000 agricoltori riceveranno anche finanziamenti specifici (da una dotazione complessiva di quasi 3 miliardi di euro) per aderire a strumenti di gestione del rischio, in modo da far fronte più efficacemente al crescente impatto degli eventi climatici avversi.

Nell’ambito degli impegni ambientali, il piano dell’Italia mira ad aumentare la superficie destinata all’agricoltura biologica al 25% dei terreni agricoli. L’Italia sarà anche tra i primi paesi dell’UE ad attuare la nuova condizionalità sociale della politica agricola comune per garantire la sicurezza sul lavoro e combattere lo sfruttamento di manodopera. Infine, 1,1 miliardi di euro saranno destinati ad aiutare i giovani agricoltori ad avviare e stabilire la propria attività.

La nuova politica agricola comune, prenderà il via il 1º gennaio 2023.

Mostra altro

Articoli Correlati

Back to top button