Flash

Amazon ha aumentato i suoi investimenti in Italia a quota 2,9 miliardi nel 2020

Amazon rinnova il suo impegno in Italia con un deciso aumento degli investimenti: salgono da 1,8 miliardi di euro nel 2019 a 2,9 miliardi nel 2020, per un totale di 8,7 miliardi dall’apertura di Amazon.it nel 2010. E anche sul fronte occupazionale il colosso Usa dell’e-commerce snocciola numeri importanti. Nel 2021 ha creato nella Penisola 3.000 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato per un totale di oltre 12.500 dipendenti ed entro fine anno farà altre 500 assunzioni nell’ambito del suo ‘Piano Italia’. Secondo uno studio di The European House – Ambrosetti, che ha analizzato i bilanci delle grandi aziende private in Italia, Amazon è risultata la società che ha creato “più posti di lavoro” in Italia negli ultimi 10 anni, ossia nel periodo 2011-2020.

“Attraverso gli investimenti, Amazon ha contribuito alla creazione di nuovi posti di lavoro di qualità, alla crescita delle Pmi italiane online, allo sviluppo delle infrastrutture logistiche e di impianti di energia rinnovabile su larga scala”, spiega la società, sottolineando che ciò ha portato ad “un aumento della sua contribuzione fiscale” al Paese, a 345 milioni di euro nel 2020 da 234 milioni del 2019. Inoltre, ad ottobre è stata aumentata “dell’8% la retribuzione di ingresso dei dipendenti della rete logistica portandola a 1.680 euro”, fa presente Amazon.

“Abbiamo investito molto nell’economia italiana e nei suoi talenti, sono particolarmente orgogliosa di come il nostro team costantemente in crescita e i nostri investimenti a favore dei clienti e delle piccole imprese italiane contribuiscano alla ripresa dell’Italia, creando 85.000 posti di lavoro aggiuntivi attraverso effetti indiretti e aprendo nuove opportunità per colleghi, partner di vendita, provider di servizi e fornitori”, ha detto Mariangela Marseglia, VP Country Manager Amazon.it e Amazon.es.

L’attuale rete di Amazon in Italia comprende più di 50 siti diversi. Nel 2021 sono entrati in attività i centri di distribuzione di Novara e di Cividate al Piano (Bergamo), e il centro di smistamento di Spilamberto (Modena) per un investimento complessivo di 350 milioni di euro. Amazon ha annunciato l’apertura del suo primo centro di distribuzione in Abruzzo in cui “saranno creati 1.000 nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato entro tre anni dall’avvio dell’operatività”. Negli ultimi anni, Amazon ha inoltre aperto decine di depositi di smistamento in tutta la penisola. E per servire i clienti Amazon Prime Now e Fresh, l’azienda dispone di quattro centri di distribuzione urbani a Milano, Roma, Torino e Bologna.

Mostra altro

Articoli Correlati

Back to top button