Flash

Arriva Nur-Sultan, nuova varietà di sakura giapponese che prende il nome dalla capitale kazaka

Il fiore di ciliegio creato da uno scienziato nipponico può sopravvivere a meno 40 gradi

Yoichi Wakita, scienziato dell’Istituto di ricerca forestale di Hokkaido in Giappone, ha creato una nuova varietà di sakura (fiore di ciliegio) in grado di resistere a quaranta gradi sotto zero e al quale ha dato il nome di Nur-Sultan, in onore della capitale del Kazakistan, una delle più fredde del mondo. Nelle intenzioni di Wakita il fiore rappresenta al tempo stesso un esperimento scientifico e un dono per il popolo kazako. “Ammirare il sakura in fiore è il codice culturale fondamentale della nazione giapponese e, secondo le credenze buddiste, i fiori di sakura segnano tradizionalmente l’arrivo della primavera. Pertanto – afferma Wakita – esprimo la speranza che il Kazakistan possa far fronte efficacemente alla diffusione dell’infezione da coronavirus e riprendersi rapidamente dalla crisi”.

Secondo gli scienziati giapponesi, il sakura Nur-Sultan è la più resistente al gelo tra tutte le varietà conosciute. Quindi, se gli alberi verranno piantati nella capitale del Kazakistan sopporteranno facilmente inverni nevosi e freddi e ogni anno con l’inizio del caldo delizieranno i kazaki con la loro fioritura davvero insolita. Gli scienziati giapponesi sperano che presto possa essere creato un parco di sakura nella capitale del Kazakistan che potrebbe diventare così una delle attrazioni della città. Il sakura Nur-Sultan a differenza del classico sakura con cinque petali ne ha dieci bianchi che simboleggiano proprio l’inverno nevoso della città kazaka.

Mostra altro

Articoli Correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker