Flash

Downsizing del Parlamento: le cifre

E’ la quarta volta dal 2001 che gli elettori sono chiamati a votare il referendum confermativo (senza quorum) su una riforma costituzionale. Allora si trattò delle modifiche al Titolo V, e a prevalere fu il “si'”. Le due successive consultazioni, invece, quelle del 2006 e del 2016 che includevano anche la riduzione del numero dei parlamentari, bocciarono le riforme istituzionali dei governi Berlusconi e Renzi.

Il 20 e 21 settembre prossimi i cittadini si pronunceranno solo sul taglio degli eletti (da 945 a 600 tra deputati e senatori) che, secondo i fautori della riforma, avvicinerebbe l’Italia alla media degli altri Paesi europei. Vale quindi la pena dare un’occhiata oltre i confini nazionali, tenendo conto che una comparazione è possibile solo rispetto alle “camere basse” (la nostra Camera dei deputati) che hanno funzioni analoghe e sono elette direttamente dai cittadini, mentre le “camere alte” (il nostro Senato della Repubblica) o non esistono o hanno funzioni ed elettività diverse.

Un dossier messo a punto nel 2019 dal Servizio studi di Camera e Senato ha raccolto i dati più significativi per fare un confronto compiuto in termini di rappresentanza democratica: non solo, quindi, in base al numero assoluto di eletti, ma anche in relazione al rapporto numerico tra seggi e cittadini. Per quanto riguarda il totale dei parlamentari delle due camere, attualmente in cima alla classifica troviamo il Regno Unito (1.426), seguito da Italia (945), Francia (925), Germania (778) e Spagna (616). Con il taglio proposto dal referendum, l’Italia scenderebbe al quinto posto, seguita dalla Polonia (516). Una discesa che sarebbe confermata anche in relazione al rapporto tra eletti e cittadini.

Attualmente, infatti, Regno Unito e Italia hanno un deputato ogni 100 mila abitanti, Olanda, Germania e Francia 0,9, la Spagna 0,8. Altri Paesi come Malta, Lussemburgo, Cipro, Lettonia, Estonia e Lituania hanno invece da 14 a 5 deputati ogni 100mila abitanti. Con la riduzione a 400 deputati, quindi, l’Italia finirebbe all’ultimo posto in Europa nel rapporto di rappresentanza: 0,7 deputati ogni 100mila abitanti, ovvero uno ogni 151.210.

Mostra altro

Articoli Correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker