Flash

Minacce di bioterrorismo dopo la pandemia

Il Consiglio d’Europa mette in guardia sulla possibilità di un uso deliberato di armi biologiche, come virus o batteri, in atti terroristici nel post-coronavirus. “La pandemia di COVID-19 ha dimostrato quanto la società moderna sia vulnerabile alle infezioni virali e al loro potenziale di interruzione”, ha affermato il Comitato antiterrorismo del Consiglio il quale avverte che il danno a persone ed economie potrebbe essere significativamente più alto di quello di un tradizionale attacco terroristico. Ha quindi invitato i 47 Stati membri del Consiglio d’Europa a svolgere esercitazioni di addestramento e a prepararsi ad affrontare un attacco con armi biologiche. “Il Consiglio d’Europa non ha prove concrete di un’accresciuta minaccia del bioterrorismo dovuta alla pandemia. Sottolinea tuttavia la necessità di proseguire la cooperazione internazionale in questo campo “, ha affermato un portavoce.

Tags
Mostra altro

La redazione

Essere sempre sul pezzo è una necessità fondamentale per chi fa informazione sul web nel terzo millennio. Noi del Patto Sociale abbiamo tentato di fare di questa necessità una virtù, lanciando un progetto ambizioso per una realtà in continua crescita come la nostra.

Articoli Correlati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker