Flash

Moncler compra Stone Island per 1,15 miliardi

Moncler fa shopping e acquista la modenese Sportswear Company, società che detiene il marchio Stone Island. La società guidata da Remo Ruffini ha messo sul piatto 1,15 miliardi di euro pari al valore del 100% del capitale di Stone Island. L’operazione è stata accolta positivamente dalla Borsa con il titolo Moncler che ha guadagnato l’1,85% a 44 euro.

All’acquisizione si è giunti attraverso un accordo tra Moncler e Rivetex, società riconducibile a Carlo Rivetti titolare di una partecipazione pari al 50,10% del capitale di Sportswear Company, e gli altri soci dell’azienda modenese tutti riconducibili alla famiglia Rivetti (e, in particolare, Alessandro Gilberti, Mattia Riccardi Rivetti, Ginevra Alexandra Shapiro e Pietro Brando Shapiro), titolari complessivamente del 19,90% del capitale. L’obiettivo di Moncler, comunque, è quello di acquisire alla data del closing dell’operazione, previsto nel primo semestre del 2021, l’intero capitale di Sportswear Company. Per questo motivo è stato previsto anche un percorso per consentire l’adesione all’operazione anche da parte di Temasek Holdings, la società internazionale di investimenti di Singapore che detiene il residuo 30% del capitale. Temasek dal canto suo ha già espresso “apprezzamento per l’operazione di aggregazione e sul razionale che l’ha ispirata”.

Stone Island nell’esercizio 2020 (Novembre 2019 -Ottobre 2020) ha registrato un fatturato pari a 240 milioni, in crescita dell’1%, rispetto ai 237 milioni del 2019. Il valore proposto per Stone Island corrisponde a un multiplo di 16,6 volte l’Ebitda 2020 (pari a 68 milioni con un margine del 28%) e a un multiplo di 13,5 volte l’Ebitda 2021.

Il corrispettivo per l’acquisto delle azioni verrà versato per cassa da Moncler, fermo restando che al closing i soci di Sportswear Company si sono impegnati a sottoscrivere, per un controvalore pari al 50% del corrispettivo, 10,7 milioni di azioni di nuova emissione Moncler valorizzate in base agli accordi raggiunti a 37,51 euro per azione. È inoltre previsto che Carlo Rivetti, attuale presidente e amministratore delegato di Stone Island, entri a far parte del consiglio di amministrazione di Moncler. La sede di Ravarino (Modena) continuerà a rimanere il cuore pulsante del brand e un centro di eccellenza che verrà ulteriormente valorizzato.

Positivi i commenti della comunità finanziaria che guarda all’operazione come una opportunità di crescita per entrambe le realtà. In particolare Moncler metterà a disposizione di Stone Island “conoscenze ed esperienze per valorizzarne il grande potenziale di crescita in particolare nei mercati americano ed asiatico e nel canale digitale, oltre a condividere la cultura della sostenibilità”, spiega Moncler.

La condivisione di una stessa visione ci “porta oggi a unirci a Stone Island per disegnare insieme il nostro futuro”, ha spiegato Remo Ruffini, presidente e amministratore delegato di Moncler. Questa operazione è un “bel messaggio per l’Italia. Uniamo – ha aggiunto – due brand italiani, nonostante il momento di incertezza che stiamo vivendo”. Carlo Rivetti, dal canto suo, non esita a sottolineare l’importanza di unire le forze per “affrontare insieme e più forti le sfide che ci aspettano”. Inizia così un nuovo capitolo per Stone Island, l’inizio di un “cammino che aiuterà il nostro marchio ad esprimere pienamente tutte le sue potenzialità, mantenendo al tempo stesso intatta la sua forte identità di marca e continuando ad alimentare la sua cultura per la ricerca e la sperimentazione”.

Mostra altro

Articoli Correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker