Flash

Prima delle sanzioni dall’Italia medaglie e riconoscimenti ai gerarchi moscoviti

Prima delle sanzioni, con congelamento delle proprietà (ville e, ove ancora ancorati, yacht) in Italia, il nostro Paese ha tributato riconoscimenti a figure di spicco della Russia. Il 15 gennaio scorso, su proposta del ministro degli Esteri Luigi Di Maio e tramite decreto del presidente della Repubblica, il sottosegretario all’Industria del governo di Mosca, Viktor Leonidovich Evtukhov, è stato creato commendatore dell’Ordine della Stella d’Italia insieme all’oligarca Andrey Leonidovich Kostin. Come riferisce Panorama, Costi è stato insignito anche dalla Ue, ma questa volta non di un riconoscimento, bensì della qualifica di persona da sanzionare in seguito alla «operazione militare speciale» di Mosca in Ucraina. Sempre il 15 gennaio scorso, altri due russi sono stati insigniti del titolo di Cavaliere di Gran Croce, anche il primo ministro russo Mikhail Mishutin e il ministro dell’Industria e Commercio estero Denis Mantunov (insieme a loro, riporta il settimanale, la medesima onorificenza è stata riconosciuta a monsignor Gianfranco Ravasi). Infine, già dal 2017 sono commendatori Ordine al Merito della Repubblica italiana Dmitry Peskov, portavoce di Vladimir Putin, e Igor Sechin, amministratore delegato della lil company Rosneft, mentre il ceo di Gazprom Alexei Miller dal 2010 è Grande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

Mostra altro

Articoli Correlati

Vedi anche
Close
Back to top button