Flash

Via libera della Ue alla joint-venture tra Acea e Suez

Via libera dalla Commissione europea alla joint-venture tra Acea e Suez per la progettazione di un sistema evoluto di misurazione intelligente per il servizio idrico. I servizi antitrust di Bruxelles hanno infatti ritenuto l’operazione compatibile con le norme che regolano la concorrenza e le concentrazioni. Gli accordi tra le due società, definiti tra la fine del 2021 e il marzo di quest’anno, prevedono anche la successiva produzione e commercializzazione dello ‘smart meter’, in Italia e all’estero, sulla base di una partnership commerciale.

Il progetto, spiega Acea, secondo quanto previsto dalla procedura si qualifica come “operazione con parti correlate”, in ragione del coinvolgimento di Suez, che detiene il 23,33% del capitale sociale di Acea. Il mercato dei sistemi di misurazione intelligente per il servizio idrico è attualmente in espansione in tutto il mondo, per un valore che supera i 4 miliardi di euro all’anno.

Il progetto che vedrà impegnate Acea e Suez è caratterizzato dalla digitalizzazione e innovazione tecnologica funzionali alla misurazione intelligente del servizio idrico. Si basa, spiega Acea, “sul miglioramento dei servizi ai clienti, sull’efficienza della gestione e sul miglioramento della sostenibilità ambientale, che costituiscono valori fondamentali e condivisi da entrambe le società coinvolte”.

Nello specifico il progetto prevede la realizzazione di un contatore multifunzione di nuova generazione, dotato della connettività Nbiot che, a giudizio di Acea e del Gruppo Suez, costituisce “una svolta nelle tecnologie di comunicazione del futuro in questo settore”. A questo proposito le società stanno anche sviluppando congiuntamente un brevetto, mettendo in questo modo a fattor comune le proprie competenze complementari.

Mostra altro

Articoli Correlati

Back to top button