Interviste

Spendi con il cuore: più doni e più risparmi

Intervista a Roberto Sansone di Campobianco

Nel 2019 è nato in Italia l’innovativo progetto “Spendi con il Cuore” basato su un virtuoso meccanismo di risparmio/donazione al quale stanno aderendo numerose imprese e associazioni no-profit. Ideatori del progetto sono Roberto e Giuseppe Sansone di Campobianco, imprenditori palermitani esperti in soluzioni per le imprese e nel settore delle fidelity card. Dott. Sansone, ci può raccontare com’è nata questa interessante iniziativa?

Per molti anni mi sono interessato al rapporto tra i servizi (o i beni) che offrono le imprese ed il grado di soddisfazione o fidelizzazione dei loro clienti. Grazie a questa esperienza nel 2013 ho progettato un sistema di pagamento che offre vantaggi sia all’utilizzatore che alle attività commerciali che forniscono beni o servizi (First Cash Back System). Nel 2019 il fortunato incontro con Fabrizio Hopps, esperto del mondo no-profit e già autore della nota campagna di raccolta fondi “l’Ultima buona azione della lira”, ha dato vita ad un comitato di esperti del non profit e del sociale e a questa iniziativa. “Spendi con il Cuore” è un progetto implementato all’interno del nostro circuito cash back, al fine di sostenere il mondo del non profit, in sofferenza già da tempo e ulteriormente penalizzato dalla pandemia di Coronavirus. Project manager del progetto è Francesca Bellecci e alle risorse umane si dedica Valeria Campo.

Ci può descrivere con parole semplici il progetto?

Abbiamo applicato il nostro sistema cbspay ad un meccanismo di risparmio e donazione per aiutare le associazioni no-profit a raccogliere fondi rinunciando alla maggior parte delle nostre commissioni.

Come funziona. Sul sito www.spendiconilcuore.com (e nei negozi fisici convenzionati presto anche in tutta Italia), ogni acquisto di buoni spesa, gift card e prodotti alimentari genera sia una donazione a favore dell’associazione di riferimento iscritta al portale sia un vantaggio economico al donatore attraverso una riduzione del prezzo d’acquisto. Per abilitare il meccanismo di donazione e discount cash back è necessario riscattare il Codice Cuore, collegato alla propria associazione o generarne uno sul sito. Al momento sul portale sono presenti quattro categorie di prodotti: buoni spesa (Famila per il sud, Pam per il centro nord e Coop Lombardia che ha appena aderito), gift card spendibili su numerosissimi siti di ecommerce (Amazon, Ikea, Yoox, Zalando, Ip, Tamoil e molti altri), prodotti dedicati (al fine di sostenere eccellenze alimentari e artigianali italiane) e i buoni di The Fork. Tenga conto che il progetto, a cui hanno già aderito numerose associazioni nazionali e regionali, raggiunge al momento circa 3 milioni di nuclei familiari ed è in continua crescita.

Quali sono le differenze rispetto alle altre raccolte fondi?

Rispetto alle campagne di donazione tradizionali, “Spendi con il Cuore” non chiede alcun costo di adesione alle associazioni aderenti e la raccolta fondi ha durata illimitata, favorendo economicamente anche il donatore. In questo modo è possibile sostenere tutte le associazioni italiane, di qualsiasi dimensione e obiettivo statutario, con un sistema di raccolta fondi facile e gratuito.

Ci ha detto alcune delle imprese che hanno aderito all’iniziativa. Ci può dare qualche nome delle associazioni a cui è possibile già devolvere le donazioni?

Come detto il progetto è nato da poco e nonostante ciò abbiamo visto l’adesione di importanti imprese (nell’offrire sconti agli iscritti) e di numerose associazioni aderenti e bisognose di raccogliere fondi per le loro meritevoli attività. Fra queste abbiamo l’AIL (Associazione italiana contro le leucemie – linfomi e mieloma – Sezione di Palermo – Trapani), ANPAS (Comitato regionale Sicilia), AVIS (Regione Sicilia), AIAS (Associazone italiana assistenza spastici), ADMO (Associazione donatori midollo osseo – Sicilia), UNIPAX, ANGSA (Associazione nazionale genitori soggetti autistici – Lombardia), Apriti cuore onlus, Asso Jonica, Autismi Cooperativa sociale, FISDIR (Federazione italiana Sport Paraolimpici degli Intellettivo Relazionali), Associazione Bone Hope, Onlus Cascina San Vincenzo, Asd Corona Ferrea Nuoto, Crescere insieme Onlus, Faccia Vista, Associazione Italiana “Antonella Pomilia”, ANIRBAS (Associazione nazionale per l’inclusione e la ricerca delle buone azioni sociali), Associazione Piera Cutino, Asd Disabili, Associazione Astrea, L’angolo di Aretusa, Officina Cambiamenti, Fondazione Floriani, Fondazione Theodora, Panormos, Fontarò.

Se volessi proporre ad una o più associazioni questo progetto, cosa posso consigliare?

Innanzitutto di visitare il nostro sito (www.spendiconilcuore.com) dove è possibile informarsi sul progetto e dove è facilissimo iscriversi. Infatti aderire all’iniziativa è semplicissimo. È sufficiente che il presidente (o il legale rappresentante) dell’associazione (o un loro delegato) ci invii una lettera di adesione indicando l’Iban a cui si desidera ricevere le donazioni e un documento del rappresentante legale. La procedura può anche essere effettuata direttamente dal sito selezionando la voce “per le associazioni” e seguire le indicazioni.

Davvero molto semplice. Obiettivi per il futuro?

L’obiettivo di medio e lungo termine è quello di popolare il sito di altre catene di supermercati e di aggiungere costantemente prodotti di qualità per poter aumentare sempre di più il flusso delle donazioni verso le associazioni che aderiranno al progetto. Associazione che speriamo siano sempre più numerose (dalle più piccole alle più grandi). Più in generale, con questa iniziativa ci auguriamo di sostenere tutte le associazioni italiane e le famiglie, promuovendo la cultura del donare con una semplice azione. Più associazioni e attività si convenzioneranno, tanto maggiore sarà la capacità sia di sostenere le fasce più deboli della popolazione, sia di contribuire alla ripresa delle attività economiche.

Mostra altro

Articoli Correlati

Back to top button