Lettere

Coronavirus: le imprese associate all’UPIVEB considerano la possibilità di chiudere i propri stabilimenti produttivi italiani

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa diramato dall’Unione Produttori Italiani Viteria e Bulloneria (UPIVEB) in seguito all’emergenza causata dalla diffusione dell’epidemia di Covid-19

Comunicato

Emergenza Coronavirus COVID19

Milano, 17 marzo 2020

In questo momento di grande incertezza dovuto alla diffusione dell’epidemia di COVID‐19 in tutto il mondo, l’Unione Produttori Italiani Viteria e Bulloneria (“UPIVEB”) ritiene indispensabile far presente al mercato che le aziende associate si sono attivate per attuare le misure di sicurezza sanitaria necessarie per tutelare la salute dei propri lavoratori, in linea con quanto previsto dal DPCM dell’11 marzo 2020 (il “Decreto”) e del “Protocollo di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus Covid19 negli ambienti di lavoro” concordato tra Governo, sindacati e parti datoriali in attuazione all’art. 1, co. 1, n. 9 del Decreto.

La maggior parte delle imprese associate è al momento operativa e sta adottando i massimi sforzi per far fronte alle obbligazioni contrattuali verso i propri clienti, per lo più stranieri e in buona parte operanti nel settore automotive.

Il 75% della produzione italiana di fasteners è infatti destinata all’estero, in particolare in Europa. La situazione dei contagi fuori dal confine italiano risulta essere attualmente meno grave. Non esistono, tuttavia, linee guida condivise a livello europeo riguardanti l’opportunità di mantenere attiva la produzione industriale. Ogni Paese, cliente e produttore si sta muovendo in autonomia con conseguenti e immaginabili future ripercussioni in tema di concorrenza tra imprese appartenenti a diversi Stati.

La forte propensione all’export del settore della produzione dei fasteners si traduce nell’impossibilità per le aziende associate di assumere posizione unilaterali, le quali avrebbero un inevitabile e diretto impatto sulle attività dei rispettivi partner stranieri, causando possibili inadempimenti contrattuali, potenziali danni e connesse conseguenze legali.

Nell’esprimere preoccupazione per l’evolversi della pandemia in Italia e nel mondo, le imprese associate UPIVEB considerano la possibilità di chiusura dei propri stabilimenti produttivi italiani una scelta altamente responsabile in funzione della gravità dell’emergenza in corso.

Tale ipotesi, per la sua concreta attuazione, necessita di essere supportata da una forte condivisione politica e da una concreta base normativa, delle quali si auspica un rapido e comune raggiungimento sul piano europeo. 

Ufficio Stampa
UPIVEB, Unione Produttori Italiani Viteria e Bulloneria
Piazza della Repubblica, 10 ‐ I ‐ 20121 Milano
Tel. +39 (0)2 6575295 ‐ Fax +39 (0)2 6572897
www.upiveb.org ‐ info@upiveb.org

Tags
Mostra altro

La redazione

Essere sempre sul pezzo è una necessità fondamentale per chi fa informazione sul web nel terzo millennio. Noi del Patto Sociale abbiamo tentato di fare di questa necessità una virtù, lanciando un progetto ambizioso per una realtà in continua crescita come la nostra.

Articoli Correlati

Vedi anche

Close
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker