Politica

La desinenza

All’interno di una democrazia liberale il Presidente del Consiglio rimane tale ed esercita pienamente i poteri conferiti indifferentemente dal fatto che sia una donna od un uomo.

Proprio il carattere liberale di questo ordinamento, in più, garantisce la possibilità di definirsi anche La Presidente del Consiglio nel caso in cui il politico (o la politica) incaricata dal Presidente della Repubblica fosse una donna garantendo la assoluta ininfluenza nell’esercizio della propria funzione.

Viceversa, nel nostro sistema politico contemporaneo, sempre più vicino ad un integralismo ideologico oscurantista, si pretende dalla candidata alla Presidenza del Consiglio, tra l’altro obbligatoriamente, che venga definita e chiamata La Presidente del Consiglio e per di più indipendentemente dalla sua stessa opinione e preferenza.

Mai come ora il delirio ideologico integralista oscura quelle menti minimali di chi non è neppure in grado di riconoscere la vera espressione democratica e soprattutto liberale, individuabile nella possibilità di offrire un ventaglio di opzioni in ogni situazione, ed a maggior ragione per una questione risibile come questa della scelta della desinenza, tutte assolutamente legittime.

Il nostro Paese sta vivendo una delle fasi più oscurantiste dal dopoguerra nella quale le stesse libertà di scelta, vera ed unica espressione liberale, vengono negate in nome della imposizione dei precetti “religiosi” di un integralismo politico ed Ideologico.

Mostra altro

Articoli Correlati

Back to top button