Toghe e Teglie

Toghe&Teglie: gli gnocchi al caffè

Lo Chef Aly

Buongiorno e Buon Anno a tutti i lettori de Il Patto Sociale, sono lo Chef Mohamed Aly della Gnoccheria, uno dei pochissimi “non togati” del Gruppo Toghe& Teglie: voi non avete idea di cosa hanno messo in tavola i miei amici avvocati in questi giorni! E dopo pranzi e  cene così pantagrueliche cosa c’è di meglio per terminare di un buon caffè? Ecco, allora – per voi e per loro –   una delle ricette preferibili, con gli gnocchi dolci che sono una via di mezzo tra un dessert e il caffè vero e proprio (forse più il primo che il secondo…).

INGREDIENTI PER 5 PERSONE

200 gr. di patate, un albume, 100 gr. di farina di grano duro rimacinata, due cucchiai da cucina di zucchero semolato, un pizzico di sale, quattro caffè espressi, ½ litro di panna fresca, quattro cucchiai da cucina di zucchero a velo.

PREPARAZIONE

Sbucciate le patate, precedentemente bollite intere in acqua senza sale, passarle nella grattugia o nello schiacciapatate, e poi al setaccio. Aggiungete un pizzico di sale, l’albume, la farina e lo zucchero semolato, e impastare il tutto fino a renderlo compatto. Ora dividetelo in pezzi e lavorate il composto con le mani per eliminare l’aria, fino a formare delle palline, trasformandole successivamente in rotolini, tagliati poi per ottenere gli gnocchi. Portate ad ebollizione una pentola di acqua con un pizzico di sale e buttate gli gnocchi.

Nel frattempo in una padella capiente avrete messo il caffè, la panna e lo zucchero a velo facendo riscaldare a fuoco medio. Una volta che gli gnocchi vengono a galla, trasferiteli nella padella e fate ridurre il condimento fino a raggiungere una consistenza cremosa. Spostateli su un piatto da portata e guarnite con una spolverata di caffè macinato e qualche chicco. Si possono gustare anche aggiungendo la panna montata o del cioccolato bianco fuso.

Per oggi dalla Gnoccheria di Milano è tutto, a presto e ancora auguri, auguri, auguri!

Mostra altro

La redazione

Essere sempre sul pezzo è una necessità fondamentale per chi fa informazione sul web nel terzo millennio. Noi del Patto Sociale abbiamo tentato di fare di questa necessità una virtù, lanciando un progetto ambizioso per una realtà in continua crescita come la nostra.

Articoli Correlati

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker