RubricheToghe e Teglie

Toghe&Teglie: cucuzze sformate

Carmelo Passanisi

Buona settimana ai lettori che avranno la pazienza di leggermi: sono Carmelo Passanisi, avvocato penalista catanese del Gruppo Toghe & Teglie che nei giorni scorsi ha sformato delle cucuzze, o forse le ha infornate, probabilmente entrambe le cose, ed il risultato è piaciuto ai miei colleghi che – sulla pagina Facebook – mi hanno sollecitato a proporre questa ricetta per Il Patto Sociale.

Nulla di più difficile perché è qualcosa che ho realizzato al momento, ragionando su quanto offriva di residuo la dispensa: dunque ho dovute riflettere su quelli che erano stati i vari passaggi e gli ingredienti utilizzati.

Per prima cosa le cucuzze (voi, al Norde le chiamate zucchine ma non sono la stessa cosa: infatti sanno di poco): tagliatele a rondelle sottili, a volontà ed a seconda di quante ne avete e quante bocche dovrete sfamare. Io ne ho usati circa 300 grammi: quelle avevo e me le sono mangiate io.

Ora fate soffriggere, in padella con olio evo, della cipolla bianca, anch’essa tagliata finemente, unite le cucuzze e fatele cuocere a fuoco moderato per otto minuti.

Non l’ho detto? Servono anche 250 grammi di stracchino e 2 cucchiai di parmigiano grattugiato non troppo stagionato: dopo avere spento il fuoco aggiungeteli alle cucuzze e amalgamate bene prima di inserire anche due uova sbattute (sì, servono anche queste: ora ve lo sto dicendo) e mescolare nuovamente.

A questo punto serve una pirofila dove mettere il tutto, adagiandolo su carta da forno e spolverando con altro parmigiano.

Fatto, pronti? Ora in forno preriscaldato 180 gradi per trenta minuti e il vostro sformato – infornato è pronto per saziarvi con gusto. Credo di non essermi dimenticato nulla, almeno lo spero!

Un caro saluto a tutti.

Mostra altro

La redazione

Essere sempre sul pezzo è una necessità fondamentale per chi fa informazione sul web nel terzo millennio. Noi del Patto Sociale abbiamo tentato di fare di questa necessità una virtù, lanciando un progetto ambizioso per una realtà in continua crescita come la nostra.

Articoli Correlati

Back to top button