RubricheToghe e Teglie

Toghe&Teglie: curnicell’ ‘mbuttunati

Irene Cossu

Buongiorno e buon Ferragosto a tutti i lettori: sono Irene Cossu, avvocata civilista napoletana del Gruppo Toghe & Teglie che questa settimana vi propone un piatto facilissimo da realizzare, se volete tradizionale della Campania e che – vi assicuro – non ha il medesimo sapore se non viene pronunciato nella lingua madre.

Il sottotitolo in italiano recita: cornetti imbottiti, che non sono, come di intuisce dalla foto, delle brioches con la marmellata ma dei piccoli peperoni non particolarmente piccanti, anzi che risultano deliziosi imbottiti: da magiare in un sol boccone.

Procuratevi, quindi, i cornicelli e, capisco, non saranno mai come quelli che trovo io a Conca dei Marini e tagliate loro la testa,  conservandola.

Ora togliete i semini dal corpo, delicatamente, in modo da mantenerlo integro e pronto per essere ‘mbuttunato.

E passiamo al ripieno: melanzane, da tagliare a dadini e friggere in olio buono (ricordate sempre che le melanzane conoscono solo un metodo di cottura: il fritto. Per la dieta Scarsdale rivolgetevi altrove), fatele raffreddare, asciugatele dal grasso in eccesso, ponetele in una ciotola e aggiungete della mozzarella  fiordilatte tagliata anch’essa a dadini. Ovviamente, per la migliore riuscita, dovrebbe essere quella di Agerola ma – capisco – non è sempre facilissimo trovarla ovunque, soprattutto originale e fresca. Pazienza, ma ricordatevi che sono vietatissimi quei latticini preconfezionati con scadenze calcolate in anni luce.

Nel composto per il ripieno dovrete inserire anche del pomodoro, pure tagliato a dadini: ideali sarebbero i pummaruliell’ del Piennolo  ma anche in questo caso non sono di immediato reperimento lontano dalle pendici del Vesuvio. Però, almeno, provateci e fate comunque del vostro meglio dal verduraio.

Sale, pepe q.b. e molto basilico (quello ligure usato per il pesto confermo che  va bene ed  io, del resto, sono nata a Genova…) e quindi versate il composto nei cornicelli, spolverando la sommità con pane grattugiato prima di chiudere con le teste conservate da bloccare con uno  stuzzicadenti.

Siamo al gran finale: adagiate i curnicell’  in una teglia e bagnateli con un poco di olio prima di metterli in forno  pre riscaldato a 180 gradi per circa 15 minuti.

Pronto tutto…a tavola e, alla prossima!

Mostra altro

La redazione

Essere sempre sul pezzo è una necessità fondamentale per chi fa informazione sul web nel terzo millennio. Noi del Patto Sociale abbiamo tentato di fare di questa necessità una virtù, lanciando un progetto ambizioso per una realtà in continua crescita come la nostra.

Articoli Correlati

Back to top button