RubricheToghe e Teglie

Toghe&Teglie: i cornetti al tempo del lockdown

Marco de Scisciolo

Buongiorno a tutti i lettori da Marco de Scisciolo, penalista napoletano del Gruppo Toghe & Teglie. Se mi state leggendo vuol dire che va tutto abbastanza bene e ne sono lieto anche perché significa che avete mantenuto il desiderio di una sana distrazione come può essere la cucina. Altri piccoli piaceri della vita quotidiana, invece, mancano di questi tempi. Per esempio – con i bar chiusi – il caffè e il cornetto alla mattina. Ma si può rimediare, come vedrete tra breve, senza ricorrere a surgelati o, peggio, a qualche fetenzia preconfezionata con polverine e insaporitori misteriosi,  in epoche remote rispetto alla esposizione sugli scaffali di un supermercato.

Signore e Signori, a voi la ricetta dei cornetti per averli freschi e fragranti a casa vostra ogni mattina (lavorandoci il giorno prima…)!

Allora: per una mezza dozzina di pezzi procuratevi  530 grammi di farina per dolci, 160 grammi di zucchero,  un dado di lievito (questo è il più difficile ma provate a chiedere al vostro panettiere un po’ del suo),  una bustina di vanillina, 80 grammi di burro, la scorza di un limone fresco, 200 grammi di latte intero,  un pizzico di sale, due uova intere, dello zucchero di canna q.b..

Riscaldate appena il latte e scioglietevi dentro il lievito; aggiungetevi lo zucchero e mescolate cercando di farlo sciogliere il meglio possibile. Aggiungete poi in sequenza rapida le uova,  il sale, la farina, il  burro e la vanillina e mescolate fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico.

Mettete il preparato in un recipiente e fatelo lievitare per almeno 2/3 ore coperto con un canovaccio ed una coperta o un panno di lana che favorisce la lievitazione: fondamentale anche per l’impasto della pizza.

Dopo la prima lievitazione stendete l’impasto e spianatelo  con un mattarello dopo aver cosparso di farina il piano di lavoro ed il mattarello stesso e tagliatelo in tanti triangoli quanti cornetti intendete realizzare ed arrotolate ognuno dandogli la forma partendo dalla base del triangolo alla punta.

Mettete i cornetti in una teglia su carta forno ben distanti tra loro per una seconda lievitazione che avverrà in luogo non freddo (nel forno spento va benissimo) dopo averli spennellati con del latte a temperatura ambiente.

Dopo circa un’ ora della seconda lievitazione  – più dura meglio è – spennellate di nuovo i cornetti con il latte e spolverateli  con abbondante zucchero di canna.

Infornate in forno ventilato a 180 gradi per circa 18/20 minuti.

E il caffè, direte voi? La preparazione è un rito dalle mie parti e spiegare come si fa, magari con l’uso della “napoletana” potrebbe essere interessante in una prossima occasione. Per ora accontentatevi della moka o di una macchinetta per espresso.

Tenete duro, buona fortuna a tutti.

Tags
Mostra altro

La redazione

Essere sempre sul pezzo è una necessità fondamentale per chi fa informazione sul web nel terzo millennio. Noi del Patto Sociale abbiamo tentato di fare di questa necessità una virtù, lanciando un progetto ambizioso per una realtà in continua crescita come la nostra.

Articoli Correlati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker