In attesa di GiustiziaRubriche

Toghe&Teglie: il sole calabrese

Buone vacanze a tutti i lettori appassionati di cucina: questa settimana alla tastiera ci sono io, Maurizio Condipodero, avvocato di origini messinesi del Gruppo Toghe & Teglie ma da tempo trasferitosi nella prospiciente Reggio Calabria; sta di fatto che la mia cucina risente in pieno della possibilità di approvvigionare la dispensa con ingredienti del territorio di altissima qualità, come nel caso del piatto che vado a proporvi, parlando sia  delle verdure necessarie alla preparazione che del pescato.

Procuratevi per prima cosa cozze e vongole in abbondanza (una parte rischieranno di restare chiuse e andranno scartate): immergetele in acqua fredda per farle spurgare, scolatele, pulitele e ponetele in una padella con un paio di cucchiai da cucchiai di olio evo, se gradito uno spicchio d’aglio pulito e schiacciato, e fate andare a fuoco moderato finché i gusci non si apriranno; poi togliete la padella dal fuoco e mettete vongole e cozze in una ciotola a parte con il loro liquido di cottura.

Preparate adesso un pesto di fiori di zucca per il quale servono: fiori, mandorle sbriciolate, qualche foglia di basilico, parmigiano non eccessivamente stagionato e, magari, uno spicchio d‘aglio anche qui. Dalle mie parti sull’aglio non ci tiriamo mai indietro: fa anche bene alla pressione…

Il tutto andrà subito dopo centrifugato ma senza usare olio bensì aggiungendo un po’ del liquido di cottura  (opportunamente filtrato) delle cozze e delle vongole.

Pronto il pesto, cotti i molluschi, è’ il momento della pasta: perfetto uno spaghettone trafilato al bronzo che trattiene al meglio i condimenti. Fatelo cuocere al dente e scolate mantecando subito in  una padella ampia usando la parte restante del liquido delle cozze e delle vongole, acqua di cottura se necessaria ed aggiungendo un po’ di pesto: il tutto mantenendo la fiamma moderata.

Al termine di questa operazione, spegnete il fuoco e versate la rimanente parte del  pesto, i mitili che avrete mantenuto in temperatura da servizio, un po’ di prezzemolo tritato finemente ed una spolverata di pepe nero macinato al momento.

Le quantità? Ancora con ‘ste quantità?  Usate l’occhio ma soprattutto  andate  a … sentimento.

Buon appetito

Mostra altro

La redazione

Essere sempre sul pezzo è una necessità fondamentale per chi fa informazione sul web nel terzo millennio. Noi del Patto Sociale abbiamo tentato di fare di questa necessità una virtù, lanciando un progetto ambizioso per una realtà in continua crescita come la nostra.

Articoli Correlati

Back to top button