RubricheToghe e Teglie

Toghe&Teglie: involtini di pesce spada

Maurizio Condipodero

Ben ritrovati, golosi lettori di questa rubrica! Sono Maurizio Condipodero, avvocato reggino del Gruppo Toghe & Teglie e questa settimana tocca a me proporvi un piatto che, vedrete, con qualche variazione personale (ma del resto ve ne sono molte al di qua ed al di là dello Stretto), appartiene alla tradizione culinaria del Sud: gli involtini di pesce spada.

Le dosi – si fa per dire – indicate sono per 4 persone e iniziate con dodici fette di pesce spada, tagliate sottili.

Per il ripieno servono olive bianche in salamoia e nere sott’olio q.b., mollica di pane leggermente tostata e macinata grossolanamente q.b., pangrattato fine, capperi q.b., sale e pepe q.b., formaggio (a vostra scelta, può andar bene anche qualcosa di saporito) q.b., basilico q.b., infine tre pomodori datterini.

E passiamo alla preparazione, come si vedrà, molto facile e veloce.

Tritate grossolanamente le olive, i capperi dissalati, il basilico ed i pomodorini ed unirli alla mollica ed al formaggio, anch’esso sminuzzato o grattugiato.

C’è chi aggiunge aglio nel ripieno: dipende dai gusti, può essere eccessivo.

Aggiungete olio, sale e pepe e mescolate molto bene il tutto amalgamando al meglio gli ingredienti.

A questo punto mettere un cucchiaio del composto per ogni fetta di spada, se necessario dopo averla resa ancora più sottile con un batticarne.

Ora formate gli involtini ed uniteli con due stuzzicadenti, ricoprendoli poi con il pangrattato.

Mettete gli involtini in una teglia e in forno preriscaldato a 180° per 15/20 minuti.

A cottura ultimata, condite gli involtini con una emulsione di olio, limone, origano ed un pizzico di sale e pepe nero.

Facile, vero? E, assicuro, un piatto gustosissimo. A presto!

Mostra altro

La redazione

Essere sempre sul pezzo è una necessità fondamentale per chi fa informazione sul web nel terzo millennio. Noi del Patto Sociale abbiamo tentato di fare di questa necessità una virtù, lanciando un progetto ambizioso per una realtà in continua crescita come la nostra.

Articoli Correlati

Back to top button