abbandono

  • Campagna della Croce Rossa per tutelare gli animali: abbandonarli non ferma il coronavirus

    Parte la campagna di sensibilizzazione ideata dalla Croce Rossa Italiana, Comitato Area Metropolitana di Roma Capitale e provincia e dall’Ordine Medici Veterinari di Roma e provincia: ‘i cani ed i gatti non infettano

    gli umani con il Covid-19, quindi, non li abbandonate!’. Promotori dell’iniziativa anche il Pet Carpet Film Festival e alcuni personaggi dello spettacolo, tra i quali Lino Banfi, Giancarlo Magalli, Enzo Salvi, Cinzia Leone, Lillo, Alda D’Eusanio, Carmen Russo, che invitano con alcuni video a seguire il loro esempio ed abbracciare ancora più forte il proprio amico a quattrozampe.

    Gli allarmi diffusi sui social con notizie errate e fake news hanno creato una situazione di panico facendo registrare, recentemente, un incremento ingiustificato degli abbandoni. Per questo la Croce Rossa Italiana – Comitato Area Metropolitana di Roma Capitale, in questo momento in prima linea sia in ambito sanitario che sociale, interviene attraverso la sua sezione cinofila per tranquillizzare la popolazione, poiché ad oggi non ci sono prove scientifiche del fatto che gli animali possano contrarre il Covid-19 o essere loro stessi veicolo di trasmissione per l’uomo. Mantenere la calma e adottare sempre i provvedimenti suggeriti dal governo in termini di norme igieniche è la sola cosa giusta da fare anche dopo essere entrati in contatto con i nostri pet.

    Messaggio condiviso dall’Ordine dei Medici Veterinari di Roma e Provincia che suggerisce alcune semplici pratiche da osservare: “Se la famiglia è sana il cane può essere portato a fare una regolare passeggiata, utile a svolgere anche i suoi bisogni fisiologici, purché questo non diventi motivo di assembramento con altre persone. La gestione di un animale implica un comportamento responsabile anche nel rapporto con il veterinario, che sarà bene contattare prima piuttosto che recarsi direttamente in ambulatorio se non esiste una reale emergenza, che solo il medico potrà valutare dagli elementi riportati telefonicamente. E’ altresì determinante che l’umano non nasconda eventuali sintomi di un sospetto contagio per paura di lasciare solo l’animale, poiché basterà contattare le autorità competenti che si preoccuperanno di gestire il pet”.

  • Consigli di Natale per chi ama davvero gli animali

    Si avvicinano le feste e si ripresentano i noti problemi, dall’abbandono di cani e gatti per andare in vacanza, all’acquisto di animali per regalarli a chi magari non se li aspetta o a chi non è pronto ad assumersi una responsabilità importante: quella di un altro essere senziente da accudire e capire. Il Patto rivolge un appello ai suoi lettori perché a loro volta ricordino ai loro amici che l’abbandono di un animale da compagnia non soltanto è un reato ma anche un’azione spregevole e vigliacca e che acquistare o regalare un animale o salvarlo, abbandonandolo in un canile, debba essere un atto consapevole dell’impegno che ci si assume. Ma le giornate di festa portano anche la necessità di controllare che i nostri amici animali non abbiano spaventi eccessivi da situazioni di traffico congestionato, sia automobilistico che pedonale, e dallo scoppio dei botti, che ancora purtroppo sono in uso in molti paesi. Le feste significano anche per noi cene e cenoni e viene spontaneo pensare di far festeggiare i nostri amici pelosi con le stesse prelibatezze che amiamo. E, senza volerlo, potremmo procurare loro un grave danno e rischiare di finire di corsa dal veterinario. Molti sono gli alimenti che non fanno bene a cani e gatti ma alcuni sono particolarmente nocivi e pericolosi. Ne ricordiamo alcuni: le ossa e le lische di pesce cotte che si rompono facilmente e possono portare perforazioni intestinali, le più pericolose sono quelle di pollo e di coniglio e comunque è bene non dare mai ossa anche crude e grandi perchè una scheggia può essere fatale. Anche le ossa di pelle, che si vendono nei negozi per animali devono essere date solo sotto stretta sorveglianza e tolte appena diventano gommose. Cani e gatti non dovrebbero mangiare insaccati perchè troppo salati ed il sale procura danni renali, da evitare sempre la pelle dei salumi che spesso contiene plastica così come ovviamente è pericoloso il cordino che spesso lega i salami. Non solo non bisogna dare questi cibi ma bisogna controllare che i nostri animali non vadano a recuperarli tra gli scarti di cucina, perciò sigillate bene i sacchetti dell’immondizia ed attenzione anche al legno degli spiedini, appetitosi per il gusto di carne ma pericolosissimi per le perforazioni. Attenzione ai dolci, non solo ingrassano ma a lungo andare possono portare a malattie del fegato ed al diabete, ricordate che il diabete è in aumento tra i gatti ed i cani, sorvegliate sempre che non bevano più del solito e se ciò avviene chiedete al veterinario un immediato controllo dell’urina e del sangue. Patate, pomodori e melanzane sono pericolose se dati crudi perchè contengono solanina e perciò procurano tachicardie ed affanno, cotte invece, in piccola quantità, possono essere date con il resto del cibo. Pericolosissimi cipolla e aglio che non devono essere mai date:  procurano diarrea, vomito e possono anche portare all’anemia emolitica grave. Il cioccolato è un vero esproprio veleno per il cane e può portare anche alla morte. In sintesi festeggiamo insieme ai nostri amici animali tenendo presente sempre la loro salute e auguri di buone feste.

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker