divertimento

  • Il coronavirus manda in bancarotta il Cirque du Soleil

    Il coronavirus spegne le luci di Broadway e chiude il Cirque du Soleil: il tendone dei sogni fa ricorso alla bancarotta assistita piegato dal virus che lo ha costretto a uno stop repentino di tutti i suoi spettacoli in giro per il mondo. Con la bancarotta il Cirque du Soleil punta a ristrutturare il proprio debito e tornare a incantare con i suoi spettacoli acrobatici i suoi milioni fan nel mondo. Un obiettivo che, al momento, sembra ambizioso: come tutte le società di intrattenimento che dipendendo su eventi di larga scala e affollati, il ‘circo dei sogni’ si scontra con i lockdown e i divieti di assembramento imposti a livello globale per cercare di contenere il coronavirus. Divieti che hanno spento le luci di Broadway almeno fino a gennaio 2021, facendo sprofondare in una crisi nera tutta l’industria dello spettacolo e dell’intrattenimento.

    “Negli ultimi 36 anni – afferma Daniel Lamarre, numero uno di Cirque du Soleil Enetratainment Group – il Cirque du Soleil è stata un’organizzazione di grande successo. Con i ricavi zero legati alla forzata chiusura di tutti gli spettacoli per il Covid-19, il management ha deciso di agire in modo deciso per tutelare il futuro della società”. Il circo si è affacciato alla pandemia già appesantito da un forte debito accumulato negli ultimi anni per finanziare una serie di acquisizioni decise per diversificare la sua offerta. Nel 2017 ha infatti acquistato Blue Man Production, nel 2018 la società di intrattenimento per bambini VStar Entertainment Group. Nel 2019 ha aggiunto al suo portafoglio Works Enetrtainment e la sua troupe di prestigiatori chiamata Illusionists. Quando la pandemia è scoppiata il Cirque du Soleil aveva solo sulla Strip di Las Vegas, per la quale è un’istituzione da anni, sei spettacoli su 44 a livello globale.

    Nato sul successo di diversi artisti di strada del Quebec, il Cirque du Soleil – controllato dal fondo di private equity TPG Capital – ha presentato la sua richiesta di bancarotta in Canada. I maggiori azionisti, in base all’accordo raggiunto, inietteranno 300 milioni di dollari di liquidità nel Cirque du Soleil ristrutturato per facilitare la sua ripartenza, aiutare i dipendenti e farsi carico di alcuni degli oneri della società, fra i quali il rimborso dei biglietti per gli spettacoli cancellati. Per i fan del Cirque più famoso del mondo la bancarotta e la fine di un’era sono un colpo difficile da digerire, soprattutto perché al momento si naviga nel buio sul quando il sipario tornerà ad alzarsi.

  • A Gardaland il primo Lego Water Park d’Europa. E scattano le assunzioni

    Dal 28 maggio Gardaland ospiterà le nuove aree e attrazioni di Legoland Water Park Gardaland, il primo in Europa. E in vista di quella novità sta selezionando oltre 50 figure professionali da assumere per la gestione delle nuove aree tematizzate.

    Un corso d’acqua, il Lego River Adventure, attraverserà gran parte dell`area del Parco Acquatico e si potrà percorrere a bordo di gommoni personalizzabili. Il percorso attraverserà una suggestiva grotta dall`ambientazione sottomarina e costeggerà la Miniland, l`area che ospita un centinaio di monumenti iconici italiani tutti realizzati con mattoncini Lego, dal Duomo di Milano al Colosseo, passando per la Torre di Pisa e la Basilica di San Marco.

    «Legoland Water Park Gardaland avrà davvero tante attrazioni che faranno la gioia dei grandi e piccoli visitatori», ha affermato Luca Marigo, Sales and Marketing Director Gardaland. «Non mancheranno, infatti, aree tematizzate con tanti scivoli colorati adatti ai piccoli e ai ragazzini di tutte le età oltre ad aree dedicate alla creatività e alla scoperta dove divertirsi a costruire con i mattoncini Lego e i Duplo, piscine e spazi attrezzati con lettini, sdraio e ampi gazebi dove la famiglia potrà rilassarsi».

    E poi ci sarà il Beach Party, un’attrazione con aree gioco su più livelli e tanti scivoli colorati; l`area Lego Creation Island, che permetterà ai più piccoli di appassionarsi all`originale costruzione di barche personalizzate con i mattoncini Lego per poi posizionarle in acqua facendole galleggiare per tutto il percorso.

    Duplo Splash è invece un`attrazione pensata per piccoli avventurieri che vengono incoraggiati ad imparare attraverso il gioco e ad approcciarsi ai primi scivoli. Divertimento assicurato anche sugli scivoli di Jungle Adventures con discese adatte a

    tutta la famiglia. L`attrazione Pirate Bay, con la sua grande piscina, sarà infine il luogo ideale per tutta la famiglia per nuotare, rinfrescarsi o semplicemente rilassarsi.

    Contemporaneamente ai lavori per la realizzazione dell`area, Gardaland sta selezionando oltre 50 figure professionali da assumere per la gestione del nuovo parco: in particolare, si stanno ricercando 40 assistenti bagnanti, sia figure già in possesso del brevetto di assistenza ai bagnanti, sia candidati da formare; questi ultimi potranno infatti conseguire il brevetto grazie ad un accordo stretto da Gardaland con la Federazione Italiana Nuoto. Non mancheranno poi addetti alla gestione del negozio e alla ristorazione.

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker