Festival

  • Al via la terza edizione del Festival ‘Cervello&Cinema’

    Sette film cult che raccontano la complessità della psiche umana al centro del Festival Cervello&Cinema che quest’anno punterà l’attenzione su alcuni comportamenti anomali, ma molto diffusi, che nei casi lievi consentono una vita apparentemente normale, ma che possono portare a grandi sofferenze. La terza edizione, dal titolo CURIOSAMENTE – Indizi di ordinaria follia, si svolgerà dal 23 al 29 settembre, per la prima volta presso ANTEO – Palazzo del Cinema di Milano, Sala Excelsior, in Via Milazzo, 9. L’evento è organizzato da BrainCircleItalia insieme a IRCCS Ospedale San Raffaele, in collaborazione con ELSC (il prestigioso centro di ricerca sul cervello della Hebrew University of Jerusalem) e ANTEO Palazzo del Cinema, grazie al supporto incondizionato di Roche. L’evento ha fin dalla prima edizione il Patrocinio del Comune di Milano. I sette film – Hugo Cabret, Ragazze interrotte, Qualcosa è cambiato, Il giocatore, The Hours, L’onda, Corpo e anima – raccontano diverse tipologie di malessere e patologie, dal bullismo all’autismo alla dipendenza da gioco al disturbo mentale, e saranno presentati da ricercatori ed esperti nel campo delle neuroscienze e della psicanalisi, secondo una formula che ha avuto grande successo nelle precedenti edizioni. L’obiettivo è quello di avvicinare alla ricerca scientifica un pubblico di “non addetti ai lavori” e di giovani, stimolando una riflessione sulle neuroscienze e sugli studi relativi alla mente umana (non è un caso che BrainCircleItalia si avvalga anche di una forte comunicazione sul web e sulle reti social). Si alterneranno come moderatori i due ideatori del progetto, Viviana Kasam e Giancarlo Comi, e il giornalista scientifico Armando Massarenti, de Il Sole 24 Ore.

    L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. Tutte le info e il programma dettagliato sul sito www.brainforum.it e sulla pagina Facebook di Brainforum. È possibile prenotarsi in anticipo sul sito www.brainforum.it.

  • A Piacenza la seconda edizione del Festival della Cultura e della Libertà

    Si svolgerà a Palazzo Galli di Piacenza, sabato 27 e domenica 28 gennaio, la seconda edizione del Festival della Cultura e della Libertà. I relatori della due giorni saranno: Ferdinando M. Ametrano, economista (Università di Milano Bicocca), Luigi Marco Bassani, storico delle dottrine (Università di Milano), Patrizia Barbieri, sindaco di Piacenza , Sergio Belardinelli, sociologo (Università di Bologna), Paolo Luca Bernardini, storico (Università dell’Insubria), Giovanni Birindelli, saggista ed investitore indipendente, Roberto Brazzale, imprenditore, Luciano Capone, giornalista de “Il Foglio”,  Alfonso Celotto, professore di diritto costituzionale (Università di Roma Tre) e scrittore, Claudio Cerasa, giornalista e direttore de “Il Foglio”, Gilberto Corbellini, bioeticista (Università Sapienza di Roma), Raimondo Cubeddu, filosofo della politica (Università di Pisa), Luca Diotallevi, sociologo (Università di Roma Tre), Giorgio Fidenato, presidente di Agricoltori Federati , Andrea Favaro, filosofo del diritto (Marcianum di Venezia), Dario Fertilio, giornalista e scrittore, Roberto Festa, epistemologo (Università di Trieste), Oscar Giannino, giornalista, Nicola Iannello, giornalista e fellow dell’Istituto Bruno Leoni, Lorenzo Infantino, sociologo (Università Luiss di Roma), Marco Valerio Lo Prete, giornalista Rai TG1, Carlo Lottieri, filosofo del diritto (Università di Verona), Pier Luigi Magnaschi, giornalista e direttore di “Italia Oggi”, Stefano Magni, giornalista, Stefano Moroni, urbanista (Politecnico di Milano), Paola Peduzzi, giornalista de “Il Foglio”, Luca Ricolfi, sociologo (Università di Torino), Robi Ronza, giornalista e scrittore, Florindo Rubbettino, editore, Giovanni Sallusti, giornalista e direttore de “L’Intraprendente”, Corrado Sforza Fogliani, avvocato e saggista, Michele Silenzi, saggista, Eugenio Somaini, economista, Giorgio Spaziani Testa, presidente Confedilizia,  Carlo Stagnaro, direttore Ricerche e Studi dell’Istituto Bruno Leoni , Alessandro Trentin, imprenditore, Massimiliano Trovato, fellow dell’Istituto Bruno Leoni , Daniele Velo Dalbrenta, filosofo del diritto (Università di Verona).

Close

Adblock Rilevato

Ti preghiamo di supportarci disabilitando il tuo ad Block su questo dominio.