OIPA

  • Oipa salva due cuccioli nel porto di Genova

    Due cuccioli di cane di due mesi sono stati trovati dagli agenti di controllo degli animali dell’OIPA di Genova in un intervento congiunto con la Guardia Costiera nel porto della città ligure. I cuccioli disperati – secondo  la newsletter OIPA INTERNATIONAL del 7 maggio – erano stati rinchiusi per oltre otto ore, incatenati al collo e immersi nella loro stessa urina. Uno di questi si trovava all’interno di una pet carrier troppo piccola per le sue dimensioni e l’altra compressa in uno spazio angusto sul pavimento del veicolo, al di sotto di vari oggetti e bagagli. Il furgone era pronto per andare in Marocco ed è stato fermato in tempo dagli agenti della Guardia Costiera che hanno scoperto la presenza dei due cuccioli senza acqua e totalmente terrorizzati. I cani non solo non disponevano di microchip e vaccini adeguati, ma non avevano nemmeno i documenti (libretto sanitario e passaporto) né la registrazione come passeggeri. “Grazie ad un’indagine siamo riusciti a rintracciare la storia di questi due cuccioli: presi da una fattoria di Nizza avevano viaggiato per ben otto ore in condizioni tremende, in un furgone senza ventilazione e un odore disgustoso, senza nemmeno essere in grado di bere o muoversi liberamente – ha dichiarato Giuliana Luppi, coordinatrice dei controllori animali dell’OIPA di Genova. “Ancora più grave è il fatto che i responsabili hanno voluto imbarcarli e lasciarli per più di dodici ore chiusi a chiave, un viaggio che sarebbe stato fatale per loro“.

    I cani sono stati quindi sequestrati e portati al canile di competenza, dove sono stati ripuliti e sottoposti a un accurato controllo da parte dei veterinari, mentre per la clausola di colpevolezza la denuncia è stata fatta sia per il reato di maltrattamento che per quello di trattamento di animali in condizioni incompatibili con la loro natura.

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker