AttualitàIn Evidenza

I Mondiali di calcio

Albert De Bonnet

Al di là delle dichiarazione del Presidente della Fifa il recente passato ed il presente parlano chiaro, i Mondiali sono costati la morte di troppi lavoratori migranti e tutti hanno vissuto in condizioni ben lontane da un minimo rispetto della dignità della persona.

Certo bisogna aggrapparsi alla speranza che anche paesi che sono stati sponsor di movimenti terroristi e che non hanno rispettato i più elementari diritti umani possano aprirsi al mondo e migliorare, ciò non toglie che la grande festa dei Mondiali non possa e non debba ignorare quanto è avvenuto e continua ad avvenire.

Dispiace che l’Italia non sia uno dei più importanti protagonisti dei Mondiali di calcio ma, visto dove si svolgono, è meglio non esserci e forse sarebbe opportuno dare un segnale da parte nostra spegnendo, ciascuno di noi, i riflettori su un evento che è costato troppe vite e troppe sofferenze.

In ultimo un elogio a tutti i volontari animalisti che stanno cercando di salvare i cani randagi che le autorità hanno condannato a morte, c’è più cuore negli animalisti che in tanti sbandieratori dei diritti umani pronti sempre a calare le braghe davanti al business o al divertimento.

Mostra altro

La redazione

Essere sempre sul pezzo è una necessità fondamentale per chi fa informazione sul web nel terzo millennio. Noi del Patto Sociale abbiamo tentato di fare di questa necessità una virtù, lanciando un progetto ambizioso per una realtà in continua crescita come la nostra.

Articoli Correlati

Back to top button