Europa

La Commissione approva un regime italiano da 2,8 miliardi di € a sostegno delle imprese dell’Italia meridionale nel contesto dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia

La Commissione europea ha approvato un regime italiano da 2,8 miliardi di € a sostegno delle imprese attive nell’Italia meridionale nel contesto dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia. La misura è tesa a ridurre il livello dei contributi obbligatori dovuti dai datori di lavoro privati attivi nelle regioni meridionali d’Italia (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) che risentono delle conseguenze socioeconomiche dell’attuale crisi geopolitica.

Nell’ambito del regime, l’aiuto assumerà la forma di una riduzione del 30% dei contributi previdenziali dovuti dal beneficiario per il periodo compreso tra il 1º luglio e il 31 dicembre 2022 per i contratti con sede di lavoro nelle regioni ammissibili. La misura sarà accessibile alle imprese di tutte le dimensioni che operano nelle regioni summenzionate e in tutti i settori colpiti dalla crisi attuale e dalle relative sanzioni, ad eccezione dei settori finanziario, agricolo primario e del lavoro domestico.

La Commissione ha constatato che il regime italiano è in linea con le condizioni stabilite nel quadro temporaneo di crisi. In particolare, l’aiuto i) non supererà i 35 000 € per impresa operante nei settori della pesca e dell’acquacoltura o i 400 000 € per impresa operante in tutti gli altri settori; e ii) sarà concesso entro il 31 dicembre 2022.

Fonte: Commissione europea

Mostra altro

La redazione

Essere sempre sul pezzo è una necessità fondamentale per chi fa informazione sul web nel terzo millennio. Noi del Patto Sociale abbiamo tentato di fare di questa necessità una virtù, lanciando un progetto ambizioso per una realtà in continua crescita come la nostra.

Articoli Correlati

Back to top button