libro

  • A Napoli la presentazione del libro ‘Il tempo di Morire’ di Eduardo Savarese

    Giovedì 5 Dicembre, alle ore 16,00, a Napoli, presso la Biblioteca della Società Napoletana di Storia Patria in Via Vittorio Emanuele III n. 310, sarà presentato il libro “Il Tempo di Morire” del magistrato e scrittore Eduardo Savarese. L’evento, organizzato dalla Fondazione Luigi Einaudi, sarà introdotto da Giuseppe Benedetto, Presidente Fondazione Luigi Einaudi, con l’autore interverranno il Prof. Lucio Romano, Comitato Nazionale per la Bioetica, l’Avv. Ugo de Flaviis, Referente Regione Campania della Fondazione Luigi Einaudi.

    La partecipazione è libera ma occorre registrarsi al seguente link:  https://www.eventbrite.it/e/biglietti-presentazione-del-libro-il-tempo-di-morire-84112561937

     

  • Il ‘Codice degli animali da compagnia’ al Pet Festival di Piacenza

    Sabato 19 ottobre, nell’ambito del ‘Pets Festival’ a Piacenza Expo, alle ore 18, presso il  Padiglione 1 (Stand C36 e C37) del Quartiere Fieristico di Piacenza (Fraz. Le Mose, via Tirotti 11), Banca di Piacenza ed Edral – La Tribuna presenteranno il libro Codice degli animali da compagnia scritto da Corrado Sforza Fogliani ed Elena Baio. Gli autori dialogheranno con Vittorio Colombani, responsabile editoriale libri ‘La Tribuna’. Per assistere alla presentazione del volume occorre prenotare un biglietto di ingresso omaggio scrivendo a relaz.esterne@bancadipacenza.it

  • La movimentata vita di Ettore Modigliani, storico soprintendente della Pinacoteca di Brera, raccontata da di Marco Carminati

    Una vita movimentata ed intensa quella di Ettore Modigliani, un uomo il cui nome si lega totalmente alla Pinacoteca di Brera e ad una pagina tragica della nostra storia. Alla sua figura e al suo operato  Marco Carminati ha dedicato il libro Memorie. La vita movimentata di un grande soprintendente di Brera (edito da Skira) che sarà presentato mercoledì 29 maggio, alle ore 18, nella Sala della Passione alla Pinacoteca di Brera di Milano (Via Brera, 28).

    Le vicende di Ettore Modigliani (1873-1947), sino a oggi inedite, rappresentano un’eccezionale testimonianza di un’esistenza a tratti autenticamente avventurosa, che venne interamente spesa al servizio del patrimonio artistico italiano. Direttore della Pinacoteca di Brera dal 1908 al 1935, soprintendente della Lombardia dal 1910 al 1935 e organizzatore della mostra più importante mai realizzata sull’arte antica italiana (che si tenne a Londra nel 1930), Ettore Modigliani ha avuto il privilegio (ma anche il peso) di attraversare tutta la prima parte del Novecento vivendo esaltanti momenti professionali, come l’esposizione a Brera della Gioconda di Leonardo da Vinci (1913), il recupero delle opere d’arte trafugate dall’Austria all’Italia (1920), il grande riordino della Pinacoteca Braidense (1925) e la fondazione dell’Associazione degli Amici di Brera (1926). Lo stesso Modigliani, però, fu costretto a subire cocenti umiliazioni, come l’allontanamento forzato dalla sua amatissima Brera nel 1935 e il trasferimento a L’Aquila (a seguito di uno scontro frontale con il potente “quadrumviro” fascista Cesare Maria De Vecchi), e come la vergognosa espulsione dall’amministrazione pubblica (lui cittadino e funzionario modello) per gli effetti delle infauste leggi razziali del 1938, che lo costrinsero nel 1943 a nascondersi tra i monti delle Marche per sopravvivere alle persecuzioni. Modigliani superò la catastrofe ed ebbe la soddisfazione di ritornare a Brera come ispettore incaricato nel 1945. Dotato di una scrittura brillante e coinvolgente, il direttore utilizzò i suoi ultimi anni di vita per redigere questo libro, che stese per far conoscere che cosa si nasconda dietro una professione ritenuta contemplativa, per “soddisfare la curiosità del prossimo” e per non cadere nell’oblio, dopo essere stato così “ferocemente imbavagliato”. Modigliani terminò il racconto delle sue Memorie l’11 febbraio 1946 (giorno del suo reintegro come soprintendente a Brera) con un messaggio di grande speranza: Brera “è un ammasso di macerie”, “eppure tutti questi beni culturali risorgeranno a gloria della città, come prima e migliori di prima. Io ringrazio la sorte di avermi concesso, innanzi lo scoccare della mia ora fatale, di essere un operaio di questa ricostruzione. Possano le forze assistermi! Non chiedo altro”. Modigliani morì nel 1947. Sarà Fernanda Wittgens, la sua più fedele e stretta collaboratrice, a portare a compimento il sogno del suo “mentore”: nel 1950 Brera riaprirà, più bella e più viva di prima.

  • San Sepolcro svelato, il libro che racconta uno dei luoghi più antichi e spirituali di Milano

    Martedì 2 aprile sede della Biblioteca Ambrosiana alle ore 17.00 sarà presentato il volume San Sepolcro svelato che raccoglie i risultati del restauro della Chiesa di San Sepolcro, uno degli edifici religiosi più antichi della città, luogo cruciale della spiritualità milanese, punto di incontro e dialogo tra culture diverse da millenni. A parlare della pubblicazione Pietro Cesare Marani, professore ordinario di Storia dell’Arte Moderna al Politecnico di Milano e gli autori del libro Pinin Brambilla Barcilon, Sara Abram e Luigi Carlo Schiavi. In apertura i saluti di Mons. Pier Francesco Fumagalli, Dottore dell’Ambrosiana e della Presidente del Centro Studi Daniela Mainini.

  • Luci e ombre della grande bellezza piacentina raccontate in Vestigia Farnesiane

    Sarà presentato venerdì 1 marzo, alle ore 19, nella sala Panini della Banca di Piacenza, il libro Vestigia Farnesiane di Renato Passerini. Dopo i saluti del Presidente Corrado Sforza Fogliani, Marco Horat coordinerà la presentazione del volume grazie agli interventi di Giorgio eremo, Pier Felice degli Uberti, Eugenio Gentile, Stefano Pronti. Concluderà l’incontro l’autore.
    La partecipazione è libera con prenotazione alla mail relaz.esterne@bancadipiacenza.it o al numero 0523 542137. Ai primi prenotati verrà consegnata una copia del libro.

  • Gesù l’Alieno, il nuovo libro di Angelo Andrea Sangalli presentato alla Banca di Piacenza

    Venerdì 8 febbraio, alle ore 18, nella Sala Panini di Palazzo Galli, sede della Banca di Piacenza (via Mazzini, 14) sarà presentato il libro Gesù l’Alieno – L’uomo venuto dal futuro e dall’eternità di Angelo Andrea Sangalli, docente di IRC. L’autore dialogherà con Mons. Celso Dosi, Rettore del seminario vescovile di Piacenza. L’attore Giorgio Ginex leggerà alcuni brani tratti dal libro.  La partecipazione è libera con prenotazione alla mail relaz.esterne@bancadipiacenza.it o telefonando al numero 0523/542137

Back to top button
Close

Adblock Rilevato

Ti preghiamo di supportarci disabilitando il tuo ad Block su questo dominio.