S&C

  • Pensando ad Africa e Cina ‘Seeds&Chips’ annuncia l’edizione australiana del Summit

    Ancora una partnership internazionale per Seeds&Chips, The Global Food International Summit, che dopo aver annunciato la nuova sede a San Francisco, guarda ancora più lontano, e più precisamente all’Australia siglando un accordo con il Governo dello Stato di Victoria e Food + Wine Victoria, organizzazione no-profit che promuove il progresso dell’industria agroalimentare e vinicola dello Stato australiano attraverso iniziative e campagne annuali, tra queste, l’acclamato Melbourne Food & Wine Festival (MFWF).

    Nasce così Global Table, nuovo fulcro di idee, tavole rotonde, speech, dibattiti ed esposizioni in collaborazione con Seeds&Chips. L’evento, che si terrà a Melbourne a settembre 2019, rientrerà infatti nell’iniziativa Taste Victoria voluta dalle Autorità governative dello Stato di Victoria per supportare e promuovere a livello globale ricerca, sviluppo e innovazione nei settori Agriculture, Food e Beverage e favorire nuove opportunità di incontro e di business.

    Una partnership strategica quella tra Seeds&Chips e Food + Wine Victoria perché non solo mira alla realizzazione di un evento internazionale al cui centro ci sarà l’innovazione nell’agrifood ma sarà un punto di riferimento cruciale per l’Australia e tutto il sud est asiatico attraverso conferenze, dibattiti, forum, workshop, business meeting e premiazioni per parlare di cibo e innovazione a 360°. La scelta dell’Australia non è casuale perché, alla stregua degli Stati Uniti, è un partner fondamentale per il progresso del settore agroalimentare verso un food system globale sempre più sostenibile. Seeds& Chips può così permettere all’Italia di giocare un ruolo da protagonista nel mondo portando avanti l’eredità del messaggio di Expo2015 e offrire l’esperienza accumulata in quattro edizioni in cui non solo hanno portato la loro testimonianza personaggi di fama mondiale, quali l’ex Presidente Usa Barack Obama, il fondatore di Starbucks, Howard Schultz e John Kerry, 68° segretario di Stato americano, ma molti startupper della food innovation hanno fatto conoscere quanto la tecnologia e la ricerca nell’alimentazione e in tutto ciò che ruota attorno ad essa possa essere foriera di sostenibilità e capace di creare nuovi posti di lavoro. Ed è per questo che all’annuncio della nuova partnership potrebbero presto seguirne altri, di medesimo tenore internazionale, riguardanti Paesi strategici come Cina e Africa.

    “Siamo molto soddisfatti di annunciare la nostra presenza in Australia il prossimo anno – ha dichiarato Marco Gualtieri, presidente e fondatore Seeds&Chips. “Cibo, tecnologia, innovazione, giovani, sostenibilità, sicurezza alimentare, sono alcuni dei temi che declineremo nel corso del Summit e di cui saremo portavoce anche in questo Continente, ricco di opportunità, con una coscienza ambientale molto evoluta e una forte matrice di innovazione alle spalle. Sono quindi particolarmente grato al Governo dello Stato di Victoria, a Food + Wine Victoria, alla città di Melbourne e all’Australia per aver saputo e voluto raccogliere quanto da noi seminato in questi anni, riconoscendo l’importanza dei temi che portiamo avanti e l’enorme opportunità di sviluppo economico”.

    Secondo il Ministro dell’Agricoltura australiano, Jaala Pulford, l’attenzione che Seeds&Chips mostra per temi come cibo, tecnologia e innovazione  può essere fondamentale per permettere all’Australia di raggiungere l’ambizioso obiettivo di far crescere le proprie esportazioni agroalimentari a 20 miliardi di dollari entro il 2030.

  • Seeds&Chips presenta a Roma le novità dell’edizione 2018

    Sarà presentato giovedì 12 aprile alle ore 11, a Roma, presso il Ministero degli Esteri, l’edizione 2018 di Seeds&Chips – The Global Food Innovation Summit  che si svolgerà a Milano dal 7 al 10 maggio negli spazi di MiCo (Milano Congressi). Durante l’evento, moderato da Vincenzo de Luca, Direttore Generale per la promozione del Sistema Paese, e con gli interventi del Ministro degli Esteri, Angelino Alfano, di Attilio Fontana, Presidente Regione Lombardia, Anna Scavuzzo, Vice Sindaco di Milano, Diana Battaggia, Direttore UNIDO Italia, l’attenzione sarà rivolta al ruolo che Milano (e l’Italia) riveste e rivestirà nel sempre più rilevante rapporto tra cibo e tecnologia. Titolo dell’incontro è infatti è La “Food Innovation” nel segno della legacy di Expo 2015 Milano in cui Giorgio Marrapodi, Direttore Generale per la Cooperazione allo Sviluppo, Marco Gualtieri, Fondatore di Seeds&Chips, Livia Pomodoro, Presidente del Milan Center for Food Law and Policy, SAR Viktoria di Borbone de Parma, Promotore della partecipazione dei giovani agricoltori a Seeds&Chips, Stefano Lucchini, Chief Institutional Affairs and External Communication Officer Intesa San Paolo, Francesco Loreto, Direttore Dipartimento di Scienze Bio Agroalimentari – CNR, Harald Cosenza, CEO Robonica si confronteranno sull’importanza di  questo binomio.

  • Sostenibilità e food innovation: ENEA sarà advisor scientifico di Seeds&Chips

    Sarà ENEA, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, l’Advisor scientifico della quarta edizione di Seeds&Chips – The Global Food Innovation Summit. Durante la manifestazione (7-10 maggio 2018, MiCo Milano Congressi), che riunisce ogni anno startup, aziende, mondo accademico, politico-istituzionale e influencer, opinion leader e media mondiali per discutere dei temi legati all’innovazione della filiera agroalimentare, ENEA rafforzerà la sua attività nel campo della sostenibilità e, grazie al ruolo di advisor scientifico, parteciperà alla programmazione di eventi e alla supervisione di iniziative inerenti alla propria mission, fino all’elaborazione di contenuti nel corso del Summit. I suoi campi di specializzazione, infatti, sono le tecnologie energetiche e l’efficienza energetica, le tecnologie per il patrimonio culturale, la protezione sismica, la sicurezza alimentare, l’inquinamento, le scienze della vita, le materie prime strategiche, il cambiamento climatico e l’economia circolare. Due competenze su tutte saranno messe in risalto durante il Summit di Milano: trasferimento tecnologico e cooperazione allo sviluppo, con la presentazione di progetti per la gestione delle risorse idriche nei Paesi in via di sviluppo che ENEA porta avanti insieme al Ministero dell’Ambiente come azioni di mitigazione dei cambiamenti climatici. Attenzione rivolta anche alle PMI dell’agroalimentare, come sottolinea Massimo Iannetta, responsabile ENEA della Divisione Biotecnologie e agroindustria: “Ci saranno le nostre tecnologie dedicate al recupero e alla valorizzazione dell’acqua nei processi industriali, come gli innovativi sistemi di filtrazione, ultrafiltrazione e osmosi inversa che abbattono il carico inquinante e permettono di recuperare sottoprodotti utili per nuove produzioni. Tra le novità, l’hi-tech ENEA per ottimizzare e rendere più efficiente il consumo di acqua nelle coltivazioni idroponiche”. Un sodalizio vincente che sottolinea quanto sostenibilità e food innovation possano contribuire alla crescita e che entusiasma il fondatore e presidente di Seeds&Chips, Marco Gualtieri, che commenta: “Sul concetto di sostenibilità ed efficienza energetica, intorno a cui gravita inevitabilmente anche il cibo, oggi si gioca la competitività di un Paese, non solo dell’Italia ma del mondo intero. Innovazione, tecnologia e sostenibilità sono i settori chiave per la crescita e oggi abbiamo tutti gli strumenti per essere fortemente competitivi ma, per crescere, è necessario investire in nuovi modelli di impresa e nuove tecnologie, sostenendo in particolare i giovani, in una chiave di sviluppo economico consapevole e sempre più sostenibile”.

     

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker