Attualità

Continuano le persecuzioni contro i cristiani

Attaccate e incendiate cinque chiese in Nepal

Le persecuzioni contro i cristiani non si arrestano. Nel Nepal, in dieci giorni, sono state attaccate cinque chiese. La prima è stata incendiata il 9 maggio a Dhangadhi. Altre tre nei giorni successivi a Kanchanpur, a Doti e a Panchthar. Il 18 maggio infine è stata incendiata anche la chiesa cattolica di S. Giuseppe a Kohalpur. Testimoni affermano che l’edificio è stato cosparso di benzina da una decina di uomini che hanno imposto alla popolazione del villaggio di non uscire di casa. L’interno è stato completamente distrutto dalle fiamme. La Federazione dei Cristiani del Nepal si è rivolta al governo per chiedere indagini sull’individuazione degli autori degli attacchi e per invocare provvedimenti contro questi odiosi atti vandalici. “L’attacco diretto alle minoranze religiose – ha dichiarato la Federazione – disturba l’armonia reciproca e il governo deve difendere le libertà fondamentali sancite dalla Costituzione e garantire che tutti i diritti siano salvaguardati”, affinché tutti i cittadini si sentano al sicuro nel praticare la loro fede. Ma si ha l’impressione che il cristianesimo non sia ben accolto in Nepal e che l’attacco alle chiese sia un messaggio che va in questa direzione. Un militante per la tutela dei diritti umani ha dichiarato che i cristiani in Nepal “desiderano costruire la pace e lavorare per la giustizia”. Anche il National Christian Fellowship e la Nepal Christian Society hanno condannato gli attacchi, ricordando che i cristiani in Nepal sono falsamente accusati di proselitismo nei confronti della popolazione a maggioranza indù. Non si hanno notizie di eventuali reazioni da parte del governo. Non si sa nemmeno se ci sono state reazioni da parte dell’Unione europea e delle sua Alta Rappresentante per la politica estera e la sicurezza, l’italiana Federica Mogherini.

Fonte: La Nuova Bussola quotidiana del 22.05.2018

Tags
Mostra altro

La redazione

Essere sempre sul pezzo è una necessità fondamentale per chi fa informazione sul web nel terzo millennio. Noi del Patto Sociale abbiamo tentato di fare di questa necessità una virtù, lanciando un progetto ambizioso per una realtà in continua crescita come la nostra.

Articoli Correlati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker