Flash

I controlli dei Nas scoprono irregolarità nel 35% delle strutture turistiche ispezionate

Un laboratorio per la preparazione di poké sul lago di Lecco con la cucina sporca e piena di animali infestanti, un ristorante di Cagliari con un deposito pieno di frigoriferi vecchi e dove si aggiravano le blatte, un bar ristorante vicino di un’area di servizio stradale dalle parti di Pisa con la cucina infestata da escrementi di topi. Ha portato anche a provvedimenti di chiusura e sospensione delle attività oltre a sanzioni per oltre 3 milioni e 506mila euro e al sequestro di tonnellate di cibi avariati o mal conservati, la campagna messa in campo quest’estate in tutta Italia dai carabinieri per la tutela della Salute (Nas) per salvaguardare la qualità e la sicurezza dei servizi turistici e vacanzieri.

Intitolata “Estate Tranquilla 2022” e organizzata di concerto con il ministero della Salute, la missione dei carabinieri è andata avanti da giugno a settembre, con 10.058 ispezioni che hanno portato all’accertamento di irregolarità in 3.483 strutture, ovvero il 35% circa degli obiettivi controllati, a seguito delle quali sono stati denunciati 3.214 operatori di settore e contestate oltre 5mila sanzioni per un valore complessivo, appunto, che supera i 3,5 milioni di euro. Nell’ambito dei controlli sono state sequestrate 40 tonnellate di alimenti e chiuse o sospese 240 imprese commerciali ritenute irregolari.

Su 4.986 controlli fatti in agriturismi, punti di ristoro, stabilimenti balneari, villaggi turistici, stabilimenti termali e centri benessere, gli esperti dei Nas hanno trovato irregolarità in 1.983 locali (40%). E tra le violazioni più significative, ci sono soprattutto cibi in cattivo stato di conservazione. Da qui i provvedimenti di chiusura o di sospensione per 150 tra ristoranti, pizzerie, gastronomie e take-away. Verifiche anche nelle gelaterie: dei 1.005 locali controllati 317 sono stati sanzionati e 12 chiusi mentre sono stati sequestrati 64 quintali di gelati. Per quanto riguarda invece stabilimenti balneari e villaggi turistici, su 1.350 ispezioni ci sono state 386 sanzioni (29%).

Mostra altro

Articoli Correlati

Back to top button