Costume e SocietàIn Evidenza

Il World Food Programme Italia patrocinerà la quarta edizione di Seeds&Chips

Il Summit supporterà le operazioni del World Food Programme nel Nord-Est della Nigeria e promuoverà anche ShareTheMeal, la prima app contro la fame nel mondo

Ancora novità importanti per la quarta edizione di Seeds&Chips – The Global Food Innovation  Summit (Milano, MiCo – Palazzo Congressi, 7-10 maggio 2018). Dopo i protagonisti già annunciati è la volta dei progetti che racconteranno di cibo e solidarietà. Il World Food Programme (WFP) Italia infatti patrocinerà l’evento milanese e durante il Summit sarà promossa ShareTheMeal, la prima app contro la fame nel mondo: con soli 40 centesimi al giorno si potrà sfamare un bambino. S&C per l’occasione supporterà le iniziative del World Food Programme nel Nord-Est della Nigeria devolvendo parte del ricavato della vendita dei biglietti alle operazioni di emergenza alimentare che sta affliggendo il paese africano. Negli Stati di Borno, Yobe e Adamawa si parla ormai di vero e proprio allarme umanitario e di esodo provocati dalla violenza senza fine di Boko Haram che in pochi anni ha ridotto la popolazione in condizioni di estrema povertà sottoponendola ad ogni sorta di vessazione e privazione. Secondo il WFP 2,6 milioni di persone soffrono la fame e 450.000 bambini sono gravemente malnutriti, 1,62 milioni di persone vivono in campi ospitati da comunità nel Paese stesso e decine di migliaia stanno cercando rifugio nei paesi confinanti, come Camerun, Ciad e Niger. “Anche quest’anno abbiamo aderito con grande entusiasmo alle iniziative del WFP e siamo felici di poter contribuire ad aiutare le popolazioni della Nigeria” – commenta Marco Gualtieri, fondatore e presidente di Seeds&Chips. “Il Summit unisce da sempre cibo, sostenibilità e innovazione attraverso la compartecipazione di startup, aziende, opinion leader e media mondiali, per affrontare il grande tema del food e delle nuove soluzioni che lo sviluppo tecnologico può offrire, non solo per i Paesi economicamente più evoluti, ma soprattutto per le popolazioni che vivono una condizione di povertà e scarsità di risorse”. Una bella sfida che si affianca a quella di SharetheMeal che ha come obiettivo provvedere cibo salva-vita per 100 giorni ai bambini malnutriti nel Nord della Nigeria. Lanciata due anni fa, la prima app contro la fame nel mondo è stata scaricata da più di un milione di persone che hanno condiviso 21 milioni di pasti con bambini affamati, per sostenere il WFP nelle emergenze alimentari più critiche.

Tags
Mostra altro

Raffaella Bisceglia

Pugliese trapiantata a Milano da 13 anni, è laureata in Lingue e Letterature Straniere. Giornalista professionista dal 2001 attualmente svolge l’attività di addetta stampa e collabora con Famiglia Cristiana e Cronaca Qui. In passato ha lavorato, tra gli altri, per le emittenti televisive Telenova e Telepiù, per il quotidiano Il Meridiano e scritto di calcio e televisione per i siti Calciomercato.com e Datasport e il settimanale Controcampo.

Articoli Correlati

Close

Adblock Rilevato

Ti preghiamo di supportarci disabilitando il tuo ad Block su questo dominio.