Flash

Amazon investe ancora su Italia: 900 posti in arrivo

Amazon rilancia sull’Italia e annuncia l’apertura del primo polo logistico in Lombardia, in provincia di Bergamo. Solo lo scorso 18 gennaio aveva svelato le aperture di Novara e a Spilamberto (Modena) entro l’anno, a cui si affiancherà il centro di Cividate al Piano, a 22 chilometri dalla Città dei Mille e a pochi passi dalla provincia di Brescia. Sul piatto un investimento di 120 milioni di euro e la creazione di 900 posti di lavoro in 3 anni, un incremento di quasi il 10% dei 9.500 dipendenti italiani del Gruppo, che porterà il totale sopra la soglia delle 10mila unità.

Il centro di Cividate al Piano sarà operativo a partire dal prossimo autunno, con lavoratori assunti a tempo indeterminato a “salari competitivi” sottolinea Amazon, che promette “numerosi benefit sin dal primo giorno”. Le selezioni inizieranno in primavera con inquadramento di 5/o livello del Contratto Nazionale del Trasporto e della Logistica, che prevede un salario di 1.550 euro lordi, tra “i più alti del settore” secondo Amazon. Il cerchio si chiude con la sostenibilità ambientale. L’edifico sarà alimentato con pannelli solari e sistemi ad alto risparmio energetico in linea con il ‘Climate Pledge’ con cui Amazon si è impegnata a raggiungere zero emissioni di Co2 entro il 2040, con 10 anni di anticipo rispetto agli obiettivi fissati dall’Accordo di Parigi.  A Cividate al Piano Amazon adotterà la tecnologia ‘Amazon Robotics’, per sostenere il lavoro dei magazzinieri, che vengono raggiunti dagli scaffali nella loro postazione operativa.

Dal suo arrivo in Italia nel 2010 il Colosso delle vendite online ha investito oltre 5,8 miliardi di euro. Nel 2020, anno della pandemia, ha assunto 2.600 persone negli oltre 40 siti sparsi in tutto il Paese e ha inaugurato 2 nuovi centri di distribuzione a Castelguglielmo/San Bellino (Rovigo) e Colleferro (Roma), che si aggiungono ai centri e depositi sparsi ormai per tutta la Penisola. Per servire i clienti di Amazon Prime Now e Fresh sono attivi 2 centri di distribuzione urbani a Milano e Roma. Sono stati aperti nel 2013 il Customer Service di Cagliari e gli uffici di Milano, che nel 2017 sono stati trasferiti in un edificio di 17.500 metri quadri nel quartiere di Porta Nuova. L’azienda ha inoltre aperto a Torino un centro di sviluppo per la ricerca sul riconoscimento vocale e la comprensione del linguaggio naturale che supporterà la tecnologia utilizzata per l’assistente vocale Alexa.

Mostra altro

Articoli Correlati

Back to top button