RubricheToghe e Teglie

Toghe&Teglie: trinchetti al lardo di Colonnata e astice

Sara Astorino

Ciao, ciao a tutti i lettori! Sono Sara Astorino della Sezione Granducato di Toscana di Toghe & Teglie; anche questa settimana sono stata chiamata a rappresentare il Gruppo con un piatto particolare che ho messo in tavola per festeggiare il cinquantesimo compleanno di mio marito: i trinchetti al lardo di Colonnata e astice.

Direte voi, che saranno mai i trinchetti? Beh, non sono certo degli shottini di liquore, che con lardo e crostacei non c’entrano nulla e meno che mai stiamo parlano di alberi prodieri o pennoni dei bastimenti: i trinchetti, come li chiamo io, sono gli spaghetti quadrati ideali per questo piatto ma vanno benissimo altri formati purchè di pasta lunga e grossa.

Andiamo avanti con la preparazione: mettete a bollore un brodo con pomodoro, cipolla, carote e carapace di gamberi (suggerisco, quando non si usano subito, di congelarli; io faccio così: non si sprecano e possono sempre tornare utili) e fatevi cuocere l’astice per otto minuti, lasciandolo intero, per evitare che scuocia: con il pesce i tempi di cottura servono essere sempre misurati attentamente ed i crostacei non ne richiedono mai di lunghi.

Nel frattempo mettete sul fuoco l’acqua, con poco sale, ed in una padella a parte sciogliete un cucchiaio raso di crema di lardo di Colonnata (altrimenti non è lardo…); estraete l’astice dal suo brodo per farlo raffreddare e piano piano estraetene tutta la polpa tagliandola a tocchetti. Le dosi, come al solito, sono spannometriche e possono variare in base al numero di porzioni: io ho preparato per due.

Il passaggio finale consiste nel ripassare la carne nella crema di lardo a fuoco moderato aggiungendo, senza scolarli troppo (l’acqua di cottura, senza eccessi, va sempre bene nelle mantecature), i trinchetti che avrete fatto cuocere molto al dente.

Mescolate con un mestolo di legno per amalgamare la pasta con il condimento e siete pronti per andare a tavola…senza dimenticare – festeggiamenti in corso o meno – di estrarre dal frigo una bottiglia di un ottimo bianco messo per tempo e ben freddo.

Buon divertimento ai fornelli e – soprattutto – dopo.

Mostra altro

La redazione

Essere sempre sul pezzo è una necessità fondamentale per chi fa informazione sul web nel terzo millennio. Noi del Patto Sociale abbiamo tentato di fare di questa necessità una virtù, lanciando un progetto ambizioso per una realtà in continua crescita come la nostra.

Articoli Correlati

Vedi anche
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio