Costume e Società

All’insegna della sostenibilità e dei nuovi materiali l’edizione 2019 del Premio ‘Tecnovisionarie’

Nove donne che si sono distinte per il forte contributo dato al progresso economico, scientifico e culturale del nostro Paese saranno insignite a Milano del prestigioso riconoscimento

Rispondere ai bisogni del presente proteggendo il futuro. E’ questo il principio al quale si ispira la XIII Edizione del Premio Internazionale Tecnovisionarie®, promosso da Women&Technologies® – Associazione Donne e Tecnologie -, che quest’anno ha come tema portante “Sostenibilità e Nuovi Materiali” e si svolgerà martedì 3 luglio, alle ore 18,30 a Palazzo Pirelli a Milano.  

Genialità, creatività, intraprendenza, spirito di iniziativa, lungimiranza, solidarietà, capacità di sapere guardare oltre le convenzioni: tutto questo alla base di un premio che ogni anno è attribuito a donne che, nella loro attività professionale, hanno testimoniato di possedere visione, privilegiando l’impatto sociale, la trasparenza nei comportamenti e l’etica. L’edizione 2019 focalizza l’attenzione sul valore che la tecnologia e la chimica ha dato alla lavorazione del materiale, trasformandolo e perfezionando sempre più quella straordinaria capacità che l’uomo ha avuto, sin dai tempi più antichi, di riuscire a plasmarlo. I materiali di domani saranno perciò “intelligenti”, in grado di svolgere più di una funzione e di prendere il posto di congegni e dispositivi oggi in uso. Fil rouge migliore non potrebbe esserci con l’obiettivo del riconoscimento. “Il Premio Tecnovisionarie vuole rappresentare un importante tassello di cambiamento culturale: premiando il merito femminile si premiano quelle donne il cui contributo al progresso economico, scientifico e sociale è fondamentale per la crescita del Paese. Sono le ‘Tecnovisionarie’ nel settore della ricerca, dell’innovazione, dell’impresa, dei media e della cultura” –  afferma Gianna Martinengo, ideatrice del Premio. “Abbiamo da sempre creduto fortemente – prosegue – nell’importanza di investire nelle donne e nelle loro capacità in un mondo alla ricerca di affidabilità, di crescita e di equità. Obiettivi che ci poniamo ogni giorno con l’Associazione, una realtà consolidata, ma soprattutto un qualificato network che consente di condividere conoscenze ed esperienze basate sui principi in cui ci riconosciamo“.

Scelte da una giuria di qualità, le nove Tecnovisionarie 2019 insignite del Premio sono:

Daniela Trabattoni, Director of Women’s Heart Center Interventional Cardiology Unit 3, Centro Cardiologico Monzino (Categoria Salute), Marinella Levi, Professore Ordinario, CMIC Politecnico Milano (Categoria Ricerca Scientifica), Emilia Rio, Direttore Risorse Umane, HSE, Organizzazione e Change Management, A2A, Presidente AMSA S.p.A. (Categoria Energia Rinnovabile e Ambiente), Marina Gandini, Junior Research Scientist presso Glass to Power, spin off dell’Università di Milano Bicocca (Categoria Energia Rinnovabile e Ambiente), Jayshree Seth, Corporate Scientist and Chief Science Advocate, 3M US (Categoria Ricerca applicata), Silvia Bencivelli, Medico, giornalista scientifica e conduttrice radiofonica e televisiva (Categoria Divulgazione scientifica); Premio Speciale Arte e Scienza Sonia Bergamasco, attrice e regista; Premio Speciale Pubblica Amministrazione Monica Parrella, Direttrice Generale del Personale del Ministero dell’Economia e delle Finanze;  Premio Speciale Europa: Jill Morris, Ambasciatore britannico in Italia e San Marino.

L’evento 2019 sarà caratterizzato anche da un’esperienza raffinata di gusti, tra tradizione e innovazione, a cura della società di catering T’a Milano di Tancredi e Alberto Alemagna; la tela d’arte della collezione ANITÀ, che le premiate riceveranno è stata creata appositamente per il Premio e dedicata alle donne che hanno saputo coniugare “cuore e invenzione” raggiungendo traguardi al servizio degli altri”.

Media partner di questa edizione è il magazine ELLE, diretto da Maria Elena Viola, il brand internazionale (45 edizioni nel mondo) nato in Francia nel 1945, che da sempre segue e sostiene l’evoluzione del mondo femminile perché ELLE considera le donne le protagoniste del cambiamento, la vera energia alla base della società.

Tags
Mostra altro

Raffaella Bisceglia

Pugliese trapiantata a Milano da 13 anni, è laureata in Lingue e Letterature Straniere. Giornalista professionista dal 2001 attualmente svolge l’attività di addetta stampa e collabora con Famiglia Cristiana e Cronaca Qui. In passato ha lavorato, tra gli altri, per le emittenti televisive Telenova e Telepiù, per il quotidiano Il Meridiano e scritto di calcio e televisione per i siti Calciomercato.com e Datasport e il settimanale Controcampo.

Articoli Correlati

Close

Adblock Rilevato

Ti preghiamo di supportarci disabilitando il tuo ad Block su questo dominio.